PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

La Guardia Costiera traccia il bilancio delle operazioni lungo la costa pesarese

Oltre 100 persone soccorse in mare, controlli sulla filiera della pesca e 25 tartarughe spiaggiate da Marotta a Gabicce Mare

3.623 Letture
commenti
Una motovedetta della Guardia Costiera di Pesaro, la CP872

Tempo di bilanci per la Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Pesaro e per gli Uffici Marittimi dipendenti di Fano, Marotta e Gabicce Mare, che tirano le somme sulle principali attività operative del 2016.


Le attività hanno riguardato sia la costa provinciale, di circa 45 chilometri, sia un ampio tratto di mare territoriale e l’estesa zona di competenza per il soccorso marittimo, su cui hanno vigilato gli 8 mezzi nautici della Guardia Costiera.

L’attività di soccorso in mare ha registrato 50 interventi e oltre 100 persone salvate.

8 gli illeciti illeciti segnalati nell’ambito della tutela ambientale, 25 le tartarughe marine spiaggiate, oltre a un delfino.

La periodica operazione Mare Sicuro – relativa a funzioni trasversali riguardanti il mare ed i litorali svolte dal Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera – si è conclusa, al termine della stagione estiva, con 1.158 controlli e 192 illeciti, quest’ultimi per circa il 60% riguardanti la violazione del Codice della Navigazione, ed il rimanente 40% per violazioni di specifiche norme e regolamentazioni (Codice della Nautica da diporto, Ordinanza balneare, disposizioni sulla “Security” marittima).

Particolare importanza ha avuto l’attività di controllo su tutta la filiera della pesca, anche con periodiche operazioni di polizia complessa.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!