PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

A Fano dal 6 all’8 ottobre le giornate del premio letteraria

Autori e traduttori al giudizio di 800 studenti delle scuole superiori

le giornate del premio letteraria

Dall’inizio dell’anno 800 studenti delle scuole superiori hanno letto e giudicato 67 volumi di narrativa in lingua italiana e in traduzione; i cinque più votati delle due sezioni compongono i 10 (quest’anno sono 12 perché ci sono due ex aequo) in lizza per i premi.

Ospiti del week-end Giornate gli autori e i traduttori dei libri finalisti, affiancati da filosofi, linguisti, attori, artisti e musicisti che animeranno – con incontri, laboratori e spettacoli – i luoghi-simbolo del centro storico della città.
Hanno risposto al bando già dalla prima edizione le più grandi case editrici le quali inviano ogni anno più di 600 libri (10 copie per ogni titolo, quest’anno erano 67) che non vengono restituiti e restano patrimonio delle scuole e della Memo, la biblioteca multimediale della città che ospita l’iniziativa, per un valore economico di rilievo, stimato quest’anno in circa 11.000,00 euro.

La formula assicura la partecipazione di grandi personaggi del mondo dell’editoria grazie ad un vincolo del regolamento che obbliga gli autori a partecipare alle Giornate del Premio, pena l’esclusione dalle cinquine finaliste (i vincitori delle 2 sezioni vincono 2000,00 € ognuno).
I vincitori verranno proclamati durante la serata di premiazione, sabato 7 ottobre ore 21.00, alla Sala Verdi del Teatro della Fortuna. Nella mattinata dello stesso giorno, alle 10.00 nell’aula magna del Liceo Scientifico Torelli, gli studenti dei gruppi di lettura incontrano e dialogano con i finalisti del Premio.

I finalisti della IV edizione
Narrativa italiana edita: Salvatore Basile, Lo strano viaggio di un oggetto smarrito, Garzanti; Matteo Cellini, La primavera di Gordon Copperny jr., Bompiani; Valentina D’Urbano, Non aspettare la notte, Longanesi; Giacomo Mazzariol, Mio fratello rincorre i dinosauri, Einaudi; Elvira Serra, Il vento non lo puoi fermare, Rizzoli; Fabio Stassi, La lettrice scomparsa, Sellerio.
Narrativa straniera in traduzione: Claudio Mapelli traduttore di Chris Bohjlean, La stanza degli ospiti, Elliot; Dafna Fiano traduttore di Anne Frank, Diario, Bur; Beatrice Masini traduttore di Chigozie Obioma, I pescatori, Bompiani; Alessio Arena traduttore di Alejandro Palomas, Un figlio, Neri Pozza; Margherita Belardetti traduttore di Denis Theriault, Storia di un postino solitario, Frassinelli; Claudia Zonghetti traduttore di Lev Tolstoj, Anna Karenina, Einaudi.

Il programma
Venerdì 6 ottobre
Alle 15:30, i filosofi Giuseppe Girgenti e Filippo Moretti inaugurano le Giornate con una riflessione su “Il senso del tempo, il tempo del senso”. Alle 17:15 è la volta di Claudia Zonghetti traduttrice di Anna Karenina di Lev Tolstoj. Alle 18:45, “Sullo schermo e nei libri. Come nasce una storia”, lectio magistralis dello sceneggiatore Salvatore Basile (in corsa con il romanzo Lo strano viaggio di un oggetto smarrito, Garzanti). Alle 22:00 concerto-racconto del cantautore Alessio Arena (traduttore del romanzo Un figlio di Alejandro Palomas, Neri Pozza).
Sabato 7 ottobre
Alle 15:30 i finalisti Matteo Cellini (La primavera di Gordon Copperny jr, Bompiani) e Giacomo Mazzariol (Mio fratello rincorre i dinosauri, Einaudi), dialogano sulle storie di infanzie difficili e altre giovinezze. Alle 17:15 conversazione con Beatrice Masini, direttore editoriale di Bompiani, tra i finalisti del Premio con la traduzione del romanzo I pescatori di Chigozie Obioma, Bompiani. Attesissima la lectio magistralis di Fabio Stassi, da pochi giorni nominato responsabile della narrativa italiana di minimum fax, che partecipa al Premio con il romanzo La lettrice scomparsa, Sellerio. Alle 21:00 cerimonia di premiazione.
Domenica 8 ottobre
Alle 10:30 due scrittrici finaliste a confronto: Valentina D’Urbano (Non aspettare la notte, Longanesi) ed Elvira Serra (Il vento non lo puoi fermare, Rizzoli). Nel pomeriggio alle 15:30 “La lingua salvata”, incontro dedicato all’italiano da consegnare ai giovani organizzato dall’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani, partner del Premio, con i linguisti Giuseppe Patota e Valeria Della Valle. Di seguito, gli attori Riccardo Cascadan e Vincenzo Failla si esibiranno nella lezione-spettacolo “Come posso dire. Parlare, leggere, interpretare”. La giornata si conclude con il recital di Lucia Ferrati e Annalisa Rovinelli su Anne Frank introdotto da Dafna Fiano, traduttrice della nuova versione del Diario edito da Bur, con cui partecipa al Premio.

In programma anche due laboratori tenuti da traduttori finalisti: venerdì, alle 16:30, laboratorio di traduzione letteraria con Claudio Mapelli (La stanza degli ospiti di Chris Bohjlean, Elliot); sabato, alle 15:45, laboratorio di scrittura creativa con Margherita Belardetti (Storia di un postino solitario di Denis Theriault, Frassinelli).

L’organizzazione e le collaborazioni
Da quest’anno il premio si fregia della collaborazione dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana TRECCANI che partecipa con una sua iniziativa alle Giornate.
Le Giornate del Premio Letteraria sono ideate e organizzate dall’Associazione Culturale Letteraria, in partenariato con Comune di Fano – Assessorati alla Cultura e alle Biblioteche, con gli auspici di Centro per il libro e la lettura, con il patrocinio di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in collaborazione con MEMO – Mediateca Montanari, AIB – Associazione Nazionale Biblioteche [sezione Marche], con il contributo di Regione Marche, Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, BCC – Banca di Credito Cooperativo Fano, Lions Club Fano, la sponsorizzazione di Klein Milano, Di.bi., Ien industrie, AllForFood, Unifanum Unipol, Yankee, Ottica Visiva, il sostegno di
Coop – Alleanza 3.0, Confcommercio – Pesaro Urbino, Alberghi consorziati, Radio Fano, Pluralecom.
Tutti gli eventi sono a ingresso libero e hanno luogo tra la MEMO-Mediateca_Montanari e la Sala Pedinotti di Palazzo Martinozzi.
Il programma completo delle Giornate è sul sito www.premioletteraria.com.

Redazione Pesaro Notizie
Pubblicato Giovedì 5 ottobre, 2017 
alle ore 15:29
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!