PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Disattenzioni e infortuni condannano il Fano Rugby al ko esterno

Con la sconfitta di Chieti il team allenato da Walter Colaiacomo e Franco Tonelli scivola all’ultimo posto in classifica

1.885 Letture
commenti
Fano rugby

E’ un Fano Rugby in formato legge di Murphy quello che torna da Chieti. L’assioma che dice “che se qualcosa può andar male lo farà sicuramentecalza a pennello ai fanesi che giocano bene, vanno in vantaggio e potrebbero allungare ma alla prima disattenzione vengono puniti e perdono nella fase cruciale del gioco due pedine fondamentali per infortunio.

In queste poche righe è riassunta la terza giornata del campionato di C1 che ha visto il Fano uscire sconfitto per 29-10 da Sambuceto (Chieti) contro il Gran Sasso, una sconfitta che fa scivolare i ragazzi del presidente Giorgio Brunacci all’ultimo posto in classifica.

L’equilibrio della gara si rompe introno al quarto d’ora con i padroni di casa che passano in vantaggio. Fano però tiene bene il campo e grazie alla meta di Matteo Fulvi Ugolini cinque minuti più tardi e al calcio di punizione sul finale, chiude la prima frazione avanti per 7-10.

Nella ripresa accade l’imprevedibile. Pronti-via e la grave disattenzione dei rossoblù consente ai padroni di casa di portarsi avanti per 12-10. Nemmeno il tempo di riassestarsi che a diventare protagonista è l’infermeria fanese nel quale sono costretti ad accomodarsi Luca Martinelli e Federico Cazzanti che abbandonano anzi tempo la contesa nella fase cruciale del match.

Fano potrebbe comunque rimettere la freccia ma prima gli avanti ospiti si fermano a pochi centimetri dalla linea di meta dopo una bellissima azione, poi Alessandro Gasparini sbaglia il calcio di punizione del possibile 12-13 facendo aleggiare lo spettro nell’aria di una domenica nefasta.

Il Gran Sasso approfitta di tutte queste componenti sfavorevoli al Fano e nel finale dilaga chiudendo per 29-12 nonostante la ricerca del Fano di trovare quella segnatura che avrebbe significato il punto bonus.
E’ un periodo che ci gira storto”. Questo il laconico commento di Walter Colaiacomo che però non si abbatte: “La squadra lotta su ogni pallone – aggiunge – e prima o poi arriveranno i risultati sperati”.

Redazione Pesaro Notizie
Pubblicato Giovedì 19 ottobre, 2017 
alle ore 11:14
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!