PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pesaro, Matteo Ricci: “No ai rifiuti di Roma nella nostra provincia”

Il sindaco: "Parlamentari e consiglieri M5S esultano per la chiusura di Ca' Lucio? Da noi non c'è posto"

1.909 Letture
commenti
Matteo Ricci

Matteo Ricci dice “no ai rifiuti di Roma”nelle discariche della provincia di Pesaro e Urbino. Con un post su facebook: “Per essere ambientalisti bisogna assumersi le responsabilità. Noi siamo diventati un ‘Comune riciclone’, raggiungendo il 67 per cento di raccolta differenziata.

E cresceremo ancora. Negli anni scorsi la Provincia ha deciso di chiudere alcune discariche e allungare la vita a quelle di Ca’ Lucio (Urbino), Monteschiantello (Fano) e Ca’ Asprete (Pesaro) per il resto dei rifiuti. Il paradosso è che i consiglieri e i parlamentari 5 stelle, dopo aver promosso i ricorsi, hanno anche esultato per la chiusura della discarica delle aree interne, per meri vizi formali della delibera.

Con ripercussioni negative su tutti i cittadini della provincia”. Quindi: “Credo di interpretare anche il parere degli altri sindaci dicendo alla Regione che da noi non c’è posto per i rifiuti di Roma. Anche a causa dei ricorsi irresponsabili. Quando si amministra, ognuno si deve prendere le proprie responsabilità: raccolta differenziata al massimo e capacità di pianificare discariche o impianti. Governare è responsabilità. Non si può fare l’ambientalismo con le discariche o gli impianti degli altri”, chiude Ricci.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!