PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Urbino, offese contro la bidella, condannato al risarcimento il padre di un minorenne

L'uomo, il cui modello educativo è stato considerato insufficiente, dovrà rimborsare anche le spese legali della bidella

1.605 Letture
commenti
Scuola, aula scolastica

Il padre di un ragazzo minorenne di Urbino è stato condannato ad un risarcimento danni per gli insulti rivolti ad una bidella da parte di suo figlio.

Il ragazzo aveva apostrofato la donna con parole offensive che aveva scritto con un pennarello nella sua postazione. La condanna al risarcimento era già stata pronunciata dal tribunale di Urbino nel 2016, confermando quanto aveva già stabilito il Giudice di Pace.

L’uomo aveva poi deciso di presentare il ricorso alla Corte di Cassazione, ricorso che è stato respinto. L’uomo, infatti, è stato ritenuto colpevole di non aver educato il figlio a concetti elementari come il rispetto per il prossimo e l’associazione della responsabilità alla libertà.

La responsabilità dei genitori è riconosciuta dall’articolo 2048 del Codice Civile, che afferma: ” Il padre e la madre, o il tutore sono responsabili del danno cagionato dal fatto illecito dei figli minori non emancipati o delle persone soggette alla tutela, che abitano con essi.” In questo caso la sanzione ha coinvolto il padre, convivente con il figlio, ritenuto responsabile di una condotta oltraggiosa.

Il fatto che il padre abbia continuato a sminuire il gesto compiuto dal figlio ritenendolo una semplice goliardata ha ulteriormente dimostrato l’insufficienza del modello educativo adottato dal genitore, il quale, oltre ad un risarcimento di importo non specificato, dovrà provvedere a pagare le spese legali della bidella, che ammontano a circa 1700 euro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!