Errore durante il parse dei dati!
PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

A Pesaro la proiezione del documentario “Walkiria, una guerrigliera sull’Appennino”

Appuntamento il 7 marzo nell'ambito del progetto "Biografie della Memoria"

Walkiria Terradura

Nell’ambito del progetto “Biografie della Memoria 2019”, giovedì 7 marzo, alle ore 21, nella Sala conferenze della Fondazione XXV Aprile (via Salvatori 17 a Pesaro, quartiere di Montegranaro), si terrà la proiezione del film documentario “Walkiria, una guerrigliera sull’Appennino”, per la regia di Gianfranco Boiani, con ricerca storica di Giorgio Bianconi (ingresso libero).

Si tratta della prima di 6 proiezioni organizzate dalla Fondazione XXV Aprile in collaborazione con Anpi, Arci, Iscop, Biblioteca Bobbato, Udi, associazioni “Partenia” e “Battaglia di Paravento”, con il patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino, curate dal circolo culturale “Eidos” di Pesaro e dedicate alla Guerra di liberazione e alla Shoah. All’incontro interverranno Carlo Niro della Fondazione XXV Aprile, Antonella Pompilio dell’Udi, il regista Gianfranco Boiani e lo storico della Resistenza Giorgio Bianconi.

Le prossime proiezioni, sempre alle 21 alla Fondazione XXV Aprile, si svolgeranno il 22 marzo (“Il sogno del partigiano Sam”), il 4 aprile (“La resistenza degli Orbach”), il 12 aprile (“Schiavi del terzo Reich”), il 24 aprile (“Sulla linea del fuoco”) ed il 10 maggio (“Con la sua cartella di cuoio – Claudio Cecchi”).

Walkiria Terradura Vagnarelli – evidenzia Gianfranco Boiani – è stata una delle figure più significative della lotta di liberazione combattuta sull’Appennino umbro – marchigiano, tanto da divenire un mito per il suo coraggio, la sua intelligenza e la sua bellezza. Il documentario racconta la vita avventurosa di questa partigiana attraverso le parole della protagonista e delle persone che l’hanno conosciuta più da vicino”.

La rassegna si svolge in contemporanea con il progetto “Biografie della Memoria 2019 – documentari digitali sulla storia del Novecento”, realizzato in collaborazione con il liceo Mamiani di Pesaro, con i patrocini di Provincia e Regione Marche e con il sostegno del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Ministero dell’Università e Ricerca nell’ambito del “Piano nazionale Cinema a Scuola”, che vede i giovani coinvolti sia nella proiezione e discussione in classe dei documentari, sia nella partecipazione a corsi e stage su cinema digitale e memoria storica.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!