PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pesaro Basket: la Consultinvest sconfitta per un punto da Venezia

I pesaresi vengono "beffati" sul finale per una frazione di secondo

2.665 Letture
commenti
consultinvestpesaro-umanareyervenezia

Nella giornata della maxisfida ai vertici tra Banco di Sardegna e Olimpia Milano, anche in questo caso uno spettacolo puro risoltosi solo nel finale con un solo punto di vantaggio in favore dei milanesi, la Consultinvest Pesaro viene sconfitta in casa dalla capolista Umana Reyer Venezia di misura dopo un match a dir poco memorabile al culmine di una grande rimonta.Quella sirena urlata sul canestro decisivo di Raspino (quello del salvifico 91-90) risuona nella testa di giocatori e tifosi come un’altra maledetta sentenza che condanna la Vuelle all’ennesima sconfitta. Questione di frazioni di secondo, nanocronometrie alle quali il basket, nella sua bellezza spietata, ci ha abituato anche se, ovviamente, a perdere così non ci si abitua mai.

Al di là del risultato beffardo (per come si è risolto il finale) è stato un match esaltante e soprattutto ricco di indicazioni positive per una Consultinvest che, almeno tra le mura amiche, dimostra di poter fare bene e di vendere cala la pelle in chiave salvezza. Il punctum dolens della squadra rimane la difesa che ha però evidenziato evoluzioni importanti se confrontata con la prova “colabrodo” della giornata precedente contro Milano. Coach Dell’Agnello però dovrà lavorare ancora molto sulle penetrazioni avversarie poiché allo stato attuale delle cose la Vuelle schiera un sistema difensivo che non oppone resistenza, assolutamente troppo soft per questi livelli, così che Peric (25 punti in totale per il croato) e Dulkys possono fare quello che vogliono nell’area biancorossa.

Al contrario, in fase offensiva la Vuelle è una squadra di tutto rispetto ora che i rookie si sono ben amalgamati al resto del gruppo e hanno assimilato alla perfezione gli schemi d’attacco di Dell’Agnello. È un vero piacere vedere attuati quei meccanismi di circolazione veloce di palla con Myles e Ross che nell’ultimo quarto volano e sembrano giocare insieme da una vita. Davvero entusiasmante l’alchimia con Musso, Basile e Raspino, occorrerebbe solo considerare il fatto che una partita non è fatta solo dai dieci minuti finali Comunque viatico senz’altro incoraggiante per la prossima sfida di campionato con Cremona.

Tabellino

Consultinvest Victoria Libertas Pesaro – Umana Reyer Venezia 89-90 (16-24; 37-51; 55-76)

Pesaro: Ross 23, Williams 8, Myles 13, Basile 6, Musso 19, Cavemi n.e., Raspino 9, Judge 7, Crow n.e., Reddic 4, Tortù n.e.. All. Dell’Agnello.

Venezia: Moore 7, Stone 6, Peric 25, Goss 8, Bolpin n.e., Ruzzier 5, Ress 7, Ortner 2, Nelson n.e., Viggiano n.e., Ceron 14, Dulkys 16. All. Recalcati.

Arbitri: Manuel Mazzoni, Alessandro Vicino e Beniamino Manuel Attard

Note: T3: 11/23 Pesaro 11/25 Venezia; T2: 21/34 Pesaro 19/31 Venezia; TL: 14/20 Pesaro 19/24 Venezia; Rimbalzi: 25 Pesaro (Ross 9), 27 Venezia (Peric 9); Assist: 11 Pesaro (Basile 5), 17 Venezia (Stone 6).

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!