PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

PesaroFive a gonfie vele anche nel derby: Lucrezia espugnata a 5-2

617 Letture
commenti

TomassettoAltro giro, altra vittoria. Il Pesaro Five targato Italservice continua la sua corsa al vertice nel fantastico mondo della serie B del calcetto. Contro il Palextra Fano, in quel di Lucrezia, è stato derby vero. I biancorossi di Tavoloni e Lepretti hanno anche sofferto, ma poi a metà ripresa hanno spezzato l’equilibrio andando a cogliere tre punti fondamentali per la rincorsa al primo posto.

Per la promozione diretta in serie A2 tutto come prima. Decisive saranno le ultime quattro partite. Per mantenere intatti i sogni i pesaresi dell’Italservice hanno dovuto reagire allo svantaggio iniziale, su una ripartenza fulminea conclusa da Moretto. Sull’1-0 Palextra, i rossiniani – privi del grande ex Everton Sartori – si sono gettati nella metà campo avversaria.

Melo e Russo hanno saggiato i riflessi del fanese Anselmi, che poi si è superato sul bolide su punizione del rientrante Sapinho. Il meritato 1-1 è stato siglato dall’altro rientrante dalla squalifica, il brasiliano Jonatas Melo, al punto giusto al momento giusto sull’azione imbastita da Tavoloni e rifinita da Sapinho.

Il Palextra di Anderson non s’è limitato di difendere e contenere ma, ogni qual volta ne ha avuta la possibilità, è ripartita pericolosamente dalla parti di Vanzela. Come quando Cesar, innescato da Ditommaso, ha colto il palo esterno. Lo stesso numero 11 dei fanesi, poco dopo, ha alzato troppo la gamba su Casisa. Il buon Giovanni, reduce dalla ferita sotto l’occhio di sabato scorso, è dovuto tornare all’ospedale per un brutto taglio al labbro. Non proprio un momento fortunato per il roccioso centrale. Auguri di pronta guarigione.

Il Pesaro Five è andato vicino al vantaggio con Melo e Tavoloni ma Anselmi è stato sontuoso in entrambi i casi. Il vantaggio biancorosso è comunque arrivato poco dopo, grazie all’imperatore Cesar Tavoloni che dalla linea di fondo s’è inventato un gol incredibile, mandando il pallone nell’unico punto utile per gonfiare la rete. Il tempo si è chiuso sul 2-1 perché Anselmi s’è ritrovato sulla faccia la punizione-bomba di Sapinho, e perché il pallonetto dalla propria metà campo del locale Avila, su palla persa da Vanzela in avanzamento, è finito seppur di poco fuori.

Solo un questione di tempo, visto che il pari del Palextra è comunque arrivato a inizio ripresa: da Ditomasso a Flavio Avila, stop e girata in un nanosecondo con pallone in fondo al sacco tra le gambe di Vanzela. Il portierone del Pesaro Five ha provato a rifarsi immediatamente, ma l’omologo Anselmi ha detto no all’ennesimo tiro dalla lunga di stagione. Anselmi in scivolata ha negato la gioia del gol anche a Tomasetto, prima che il Palextra avesse la chance di andare addirittura in vantaggio.
 
Palla persa dai pesaresi sanguinosa ancora col portiere avanzato, pallonetto di Moretto a porta vuota che ha incocciato il palo ed è uscito esterno, laddove Cesar non poteva arrivare. Il successivo stop e tiro di Melo non ha rotto l’equilibrio perché è finito fuori, alla sinistra di Anselmi in tuffo, così come non ha avuto esiti la ripartenza del Palextra conclusa, a lato, da Avila.

Due chance colossali non concretizzate dai biancorossi pesaresi facevano presagire nulla di buono. Passi per la fortuita deviazione che ha tagliato fuori Melo a due passi dalla gloria, ma lo spicchio pesarese dell’Omar Sivori di Lucrezia s’è alzato in piedi incredulo quando Tavoloni, che aveva innescato l’azione precedente con un’imbucata meravigliosa, si è divorato il 3-2 a porta vuota per eccesso, forse, di sicurezza.

E invece il match è comunque svoltato poco dopo a favore del Pesaro Five. Decisivo il sesto fallo del Palextra a 8’57” dalla fine (sgambetto vistoso di Cesar sullo sgusciante Melo). Dal dischetto del tiro libero s’è presentato Vanzela: tiro centrale ribattuto da Anselmi, sul cuoio si è avventato come un falco Tomasetto che ha insaccato facendosi tutto il campo con le braccia alzate (3-2).

La gara si è chiusa un minuto dopo: palla persa banalmente da Cesar ultimo uomo, la rubata di Tomasetto ha innescato Sapinho che di destro ha fatto palo-gol (4-2). Vanzela si è esaltato su un destro a girare di Cesar desideroso di rifarsi (palla toccata sul palo), anche Melo ha colto un legno che avrebbe significato doppietta. Quella che invece ha messo a segno prima della fine Sapinho, dopo azione magistrale che ha visto protagonisti Tomasetto e lo stesso Melo.

Il derby è  finito 5-2 ed è coinsico con il primo exploit in serie B del Pesaro Five in terra fanese. Le chance di primo posto sono immutate (anche Rieti e Terni hanno vinto) a patto che si continui a vincere e convincere. Appuntamento a sabato prossimo, quando al palaFiera di Campanara (ore 15, ingreddo come al solito gratuito) salirà l’Atletico Teramo.

Migliori in campo: Sontuoso Tavoloni. Al di là dell’urlo strozzato in gola per una rete che pareva fatta, l’imperatore trascina i compagni alla decima vittoria nelle ultime dieci partite (incredibile il gol del momentaneo 2-1). Benissimo anche Melo e Sapinho, decisivo per la rete (ma non solo) Tomasetto.

da Emanuele Lucarini

Redazione Pesaro Notizie
Pubblicato Lunedì 1 marzo, 2010 
alle ore 18:25
Tags
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!