PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pesaro: Gianfranco Mariotti ricorda Luca Ronconi

Il sovrintendente del Rof: "Con lui se ne va una figura portante del festival e anche un amico"

3.263 Letture
commenti
Luca Ronconi

Con Luca Ronconi scompare una delle figure portanti del Rossini Opera Festival, una presenza storica, ma anche un amico“. Con queste parole il sovrintendente del Rossini Opera festival Gianfranco Mariotti ha voluto ricordare la grande figura di regista che ha firmato alcuni dei più importanti allestimenti nel festival pesarese, dal leggendario e ormai storico Viaggio a Reims del 1984 all’Armida del 2014, che resta l’ultimo impegno operistico di Ronconi.

Ronconi ha collaborato con il Rossini Opera Festival siglando undici presenze alla regia in totale. Grazie alla musica di Claudio Abbado il Viaggio a Reims fu un qualcosa di epocale, divertente e allo stesso tempo seminale a livello di linguaggio scenico.

Mariotti ha ricordato inoltre altri memorabili exploit da parte del regista noto per il suo legame letterario con Ludovico Ariosto come un’Armida degli anni ’90 ispirato a Hollywood, il Ricciardo e Zoraide ricolmo di trovate fantasiose. “Il Rof – ha dichiarato Mariotti – oggi piange l’amico, che ha sempre condiviso la nostra causa e la filosofia del festival all’insegna del massimo rigore filologico e della massima libertà nel linguaggio visivo“.

In tanti anni non ricordo mai un rifiuto – aggiunge il sovrintendente -, ha sempre trovato spazio per il Rof nella sua agenda. E non ci sono mai state difficoltà nell’allestimento dei suoi spettacoli. Oggi è un grande dolore non solo per me, per anche per tutti i tecnici e le maestranze che hanno lavorato con lui“.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!