PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Botte e insulti alla compagna, un arresto a Cagli

57enne finisce in carcere: era già in prova ai servizi sociali, sempre per maltrattamenti in famiglia

3.895 Letture
commenti
fano-nottebianca-violenza

Un arresto è stato eseguito dai Carabinieri di Cagli per maltrattamenti nei confronti della compagna. Il fermo è stato effettuato all’alba di mercoledì 6 aprile a Pianello di Cagli, su ordine della Procura che ha disposto il trasferimento in cercare di un 57enne già condannato per lo stesso reato.

L’uomo, G.S. 57enne manovale cagliese, stava scontando la condanna a 3 anni presso la sua abitazione con affidamento in prova ai servizi sociali: nel 2007, fuori controllo per abuso di alcool, aveva aggredito due carabinieri; nel 2009, invece, aveva ripetutamente malmenato la moglie, con la quale nel frattempo si era lasciato.
Poi una nuova vita: nuovo lavoro, una nuova compagna e un figlio. Ma tutto ciò non è bastato all’uomo che, tornato a bere, ha ripreso a malmenare la compagna. Un primo episodio è avvenuto nell’agosto 2015, non denunciato dalla donna. Un secondo si era verificato di recente, ma la donna aveva negato tutto ai militari intervenuti. All’ultimo caso però si è decisa a denunciare l’uomo ammettendo le violenze fisiche e verbali e abbandonando, assieme al figlio, la casa.

La comunicazione dei carabinieri al Tribunale ha permesso di sospendere l’affidamento in prova e di emettere l’ordine di carcerazione, eseguito all’alba: i carabinieri di Cagli hanno prelevato l’uomo per condurlo in carcere. La donna ed il figlio sono potuti così rientrare a casa.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!