PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Marotta: sotto l’effetto di cocaina provoca incidente, arrestato

Una delle prime applicazioni della nuova legge sull'omicidio stradale: gravissime lesioni per un uomo coinvolto nell'incidente

3.303 Letture
commenti
Ambulanza, soccorsi, 118

I Carabinieri hanno arrestato sabato 30 aprile a Marotta (Mondolfo) un motociclista, colpevole di aver provocato – sotto l’effetto di cocaina – un incidente in cui il passeggero ha riportato lesioni gravissime al midollo spinale: si tratta di uno dei primissimi casi in cui viene applicata la nuova legge sull’omicidio stradale.


Alle 6 del mattino i militari della stazione di Marotta sono intervenuti a seguito della segnalazione di un incidente provocato da una moto che, dopo essere scivolata per più di 50 metri sull’asfalto, era finita in un campo.

Una volta arrivati sul posto, tra via del Sole e via Valcesano, i militari hanno trovato una Yamaha R1 gialla lungo un prato e due giovani malconci nei pressi.

Il conducente, quasi illeso, veniva trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Fano; il passeggero, in condizioni critiche, veniva invece portato all’ospedale Torrette di Ancona in prognosi riservata per politrauma e lesioni midollari.

“Il conducente – riferiscono i militari – ha resistito all’identificazione, al ricovero ed infine al prelievo ematico. Poiché la nuova legge prevede il prelievo di sangue coattivo, il pubblico ministero ha emesso un provvedimento in tal senso. Solo di fronte a ciò il conducente ha acconsentito al prelievo che sarebbe comunque avvenuto”.

L’esame del sangue ha dato esito positivo alla cocaina: in ossequio a quanto previsto dal nuovo reato di lesioni personali stradali (in vigore da 25 marzo 2016), N.D.L.F. 38enne di Marotta, già segnalato in passato quale assuntore di sostanze stupefacenti, appena dimesso dall’ospedale è stato tratto in arresto in flagranza di reato e condotto nel carcere di Pesaro in attesa di convalida.

Il passeggero, un 28enne di Marotta, versa in gravi condizioni. Se riuscirà a sopravvivere potrebbe comunque essere costretto a trascorrere il resto della sua vita su una sedia a rotelle.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!