PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Da rimontato a rimontante: il Pesaro Five riprende il Rieti da 0-4 a 4-4

845 Letture
commenti

Una fase della partita contro RietiDue partite al prezzo di una. Anzi due partite gratis, visto che al palaFiera non si paga nemmeno adesso che i lavori di rifacimento del fondo sono ultimati. Il dato è che Italservice Pesaro Five e Real Rieti si dividono un tempo per uno. Il primo è nettamente di marca ospite, il secondo altrettanto nettamente colorato di biancorosso.

Ne esce fuori il 4-4 più pazzo del mondo. Un pareggio pirotecnico che, per come è andata, accontenta di più l’Italservice che stavolta ha rimontato invece che essere rimontato come successo a Chieti e a Mareno di Piave col Gruppo Fassina.

Il primo tempo dei biancorossi, ancora privi di Victor e di Sapinho, è da scena muta. Il Real Rieti inizia immediatamente ad avvicinare la porta biancorossa, con Fabricio Zanatta costretto a uscire basso sulla conclusione ravvicinata di Burato e a mandare in corner un tiro di Teixeira da posizione impossibile. Il numero 8 ospite comunque porta in vantaggio i suoi, tramutando in oro un bell’assist di Adornato.

L’Italservice va vicino al pareggio con Barro (tiro fuori da posizione favorevole) ma continua a soffrire maledettamente la maggior verve degli avversari che siglano il 2-0 con Gusso, bravo a sfruttare un’indecisione della retroguardia pesarese messa a nudo dalla verticalizzazione di Burato.

Nelsinho scarica un diagonale fuori. Poi una punizione da distanza siderale di Sartori viene deviata sul più bello da un avversario, prima che un contropiede di Nelsinho venga sventato da Gazolli. Comunque troppo poco per pensare di contrastare chi ogni volta che mette il muso avanti è pericoloso. E infatti, inevitabile, arriva anche il 3-0 esterno. Pallone perso a metà campo da Sartori (fallo su di lui?), Burato salta Fabricio Zanatta e mette dentro.

Nelsinho si divora il 3-1, Teixeira non cala il poker per la banda di De Simoni per colpa del palo. Il Rieti comunque va al riposo con una dote di quattro reti da amministrare nei secondi 20 minuti effettivi. Questo perché prima della sirena di metà gara c’è gloria anche per Adornato, su uno svarione incredibile targato Barro e Zanatta. Prima del tè caldo Bim rimedia un cartellino giallo (per gli arbitri simula nello scontro con il portiere pesarese in un’altra scorribanda della squadra ospite), Bruscolini non arriva ad insaccare la prima rete in serie A2, Galassi con un pallonetto trova le mani pronte di Zanatta.

Gara chiusa?Nossignori. Nel calcio a 5 può succedere tutto e il suo contrario. Forse scossi dai comprensibili rimbrotti, i biancorossi nella ripresa entrano per la prima volta in partita. Nelsinho ha subito la chance per bucare Gazolli che però si supera. L’1-4 arriva comunque con un tacco meraviglioso di Melo, su assist di David Bernardes.

Lo stesso numero 10 biancorosso, Sartori, Nelsinho e Barro provano da fuori a gonfiare ancora il sacco dei laziali ma non colgono il bersaglio. Azioni che sono il frutto di un Pesaro Five molto più determinato, che si getta nella metà campo di avversari che abbassano sempre più il baricentro.

Sartori rientra verso destra e chiama Gazolli al grande intervento (nella foto a sinistra). Nelsinho, su assist di Sartori, mette ancora fuori da due passi quando mancano 13 minuti alla fine e mister Neri ha già optato per giocare col portiere di movimento (lui stesso).

Si fanno male Melo e Fabricio Zanatta (accertamenti a breve, col ginocchio del portiere che sembra messo peggio di quello del laterale). Il Rieti allenta la pressione con Teixeira (mancino fuori non di molto) ma solo per un attimo perché Sartori mette alto e Barro prende il palo. Nell’azione successiva il centrale col numero 2 insacca un bell’invito orizzontale di Nelsinho (2-4).

Mister Neri continua a giocare da portiere di movimento quando arriva la prima rete di David Bernardes in questo campionato (3-4 su un bell’assist proprio proprio dell’allenatore-universale). Sono momenti palpitanti. Nelsinho e Barro sfiorano un pareggio che avrebbe dell’incredibile. Un tiro-cross di David Bernardes attraversa lo specchio altrui ed esce fuori. Barro poi viene fermato da Gazolli sul più bello (portentosa deviazione col corpo su tiro dal centro-destra). Neri davanti alla porta pesarese salva in scivolata su un avversario. Poi, a una manciata di secondi dalla fine, l’allenatore-universale esce palla al piede, salta due avversari e viene atterrato. Punizione dalla tre quarti che è uno schema perfetto: Bernardes insacca il più incredibile dei pareggi quando il tabellone segna -11. Prossimo appuntamento casalingo sabato a venire, contro il Kiwi Sports Belluno. Maggiori info su www.pesarofive.it .

PESARO FIVE – REAL RIETI 4-4 (p.t. 0-4)
PESARO FIVE: Zanatta F., Barro, Sartori, Russo, Nelsinho, Melo, Neri, Bernardes, Bruscolini, Meoli, Pieri, Sosin. All. Neri
REAL RIETI: Gazolli, Dionisi, Adornato, Urbani, Galassi, Gusso, Burato, Teixeira, Mattei, Bim, Zanchetta, Miccioni. All. De Simoni
ARBITRI: Antonio Barbiero (Vicenza) e Luca Giacomin (Mestre), crono Cristian Tonelli (Forlì)
MARCATORI: 7’08” Teixeira (R), 8’15” Gusso (R), 12’16” Burato (R), 16’08” Adornato (R) del p.t.; 1’38” Melo (PF), 10’52” Barro (PF), 12’29” Bernardes (PF), 19’49” Bernardes (PF) del s.t.
AMMONITI: Bim (R), Sartori (PF), Burato (R)
NOTE: spettatori 400 circa

Da Emanuele Lucarini

Redazione Pesaro Notizie
Pubblicato Lunedì 1 novembre, 2010 
alle ore 12:19
Tags
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!