PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Fano, due anziani colti da malore in spiaggia e annegati

Intervento della Guardia Costiera necessario anche per tre imbarcazioni in avaria

1.807 Letture
commenti
Ambulanza, soccorsi, 118

Nelle mattinate del 30 giugno e del 1° luglio, lungo la spiaggia di Fano, due pensionati hanno preso la vita a causa di malori.

Sabato 30 giugno, di prima mattina, un 81enne fanese residente a Milano è morto sulla spiaggia libera di Sassonia, dove si trovava in vacanza con la moglie. L’uomo è stato visto portarsi la mano al petto, probabilmente a causa di un improvviso malore, dopodiché si è accasciato a riva.

La moglie dell’uomo ha chiesto l’aiuto dei bagnanti presenti che hanno tentato di prestare soccorso e hanno chiamato il 118. A causa delle gravissime condizioni dell’uomo, però, a nulla sono valsi i tentativi di rianimazione del personale medico. Presenti sul posto anche i Carabinieri e la Guardia Costiera.

Domenica 1° luglio, invece, nella spiaggia libera di Ponte Sasso, attorno alle 10 un ultrasettantenne di origine tunisina è deceduto in acqua a causa di un malore. A dare l’allarme è stato un bagnante che ha allertato i bagnini i quali hanno portato a riva l’uomo attivando il soccorso del 118.

Le manovre di soccorso del personale sanitario, però, nonostante i tentativi di rianimazione siano durati almeno 40 minuti, non hanno potuto salvare l’uomo.

Necessario l’intervento di assistenza della Guardia Costiera anche per tre imbarcazioni in avaria: una barca a vela al largo della zona della Croce del San Bartolo, un piccolo tender condotto da un papà con due figli a bordo con difficoltà di approccio al porto e un’altra imbarcazione con difficoltà di avvicinamento a Pesaro.

La Guardia Costiera raccomanda ai bagnanti di adottare comportamenti prudenti e responsabili nell’approcciarsi al mare, rispettando i tempi per l’entrata in acqua dopo i pasti, facendolo con gradualità a seguito dell’esposizione al sole e prestando attenzione all’eventuale presenza della bandiera rossa.

Per quanto riguarda gli sport nautici, la Guardia Costiera raccomanda l’utilizzo di tutte le dotazioni di sicurezza e segnaletiche previste. Per i diportisti, infine, sono necessari i controlli sulle condizioni dell’imbarcazione e delle dotazioni di sicurezza prima della partenza e il rispetto delle distanze minime dalla costa. Importante anche il controllo delle condizioni meteorologiche e del mare e la verifica dell’eventuale presenza di avvisi ai naviganti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!