PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Diportista colta da malore a nord del porto di Pesaro

Intervenuto il dispositivo coordinato di vigilanza in mare

1.325 Letture
commenti
Motovedetta della Guardia Costiera

Il dispositivo coordinato di vigilanza in mare per affrontare le emergenze del periodo estivo in mare e sulla costa continua e non mancano le occasioni per “testarlo”.

Nel pomeriggio di domenica 29 luglio intorno alle ore 15:45 la protezione civile comunale di Pesaro intenta nel suo pattugliamento marino della giornata festiva, nell’occasione a Nord di Pesaro, ha segnalato alla Sala Operativa della Guardia Costiera l’avvenuto malore di una donna di anni 62 a bordo di una barca da diporto.

Prontamente la stessa Sala Operativa ha dirottato sul punto della segnalazione il gommone Guardia Costiera G.C. 142 pattugliante il tratto di mare nelle vicinanze, le moto d’acqua dei Vigili del Fuoco – di stanza in Baia Flaminia – e della Croce Rossa con a bordo personale infermieristico che è salito a bordo dell’imbarcazione da diporto avente a bordo la malcapitata.

Contemporaneamente la stessa Sala Operativa della Guardia Costiera è rimasta in contatto col 118 per le istruzioni sanitarie del caso e per predisporre a terra un’autoambulanza. La donna assistita continuamente è rientrata quindi in porto a Pesaro dove il personale dell’autoambulanza ha provveduto al pronto trasporto presso la più vicina struttura ospedaliera per i controlli e le cure di rito.

La Guardia Costiera di Pesaro coglie ancora l’occasione, specialmente per i giorni da caldo record, per tornare a raccomandare la massima prudenza nell’approcciarsi al mare ed alla costa. In questi casi, è bene non rimanere a lungo esposti al sole e poi andare in acqua di getto, ma balneare sempre gradualmente e comunque non in luoghi isolati, o non consentiti – come regola generale sempre valida – od in forma solitaria.

Specie per le attività subacquee esercitarle sempre in compagnia, meglio se esperta. In più idratarsi continuamente, utilizzare un copricapo, evitare l’esposizione in caso di somministrazione di farmaci o di sostanze alcoliche o simili, ovvero balneare lontano da ogni pasto. Ed ancora specie per bambini ed anziani non esporsi a lungo al sole nelle ore centrali della giornata quando le temperature tendono al picco massimo.

Dalla Capitaneria di Porto di Pesaro

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!