PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pesaro, Ricci con gli studenti per la protesta sul clima: “Sarò con loro in piazza”

A casa De Blasio focus sulla valorizzazione del patrimonio archeologico. E sull’ex Amga ribadisce: nascerà polmone verde

1.188 Letture
commenti
Matteo Ricci con l'associazione "Teuta Senones Pisaurenses"

Matteo Ricci sarà con gli studenti venerdì 15 marzo, in piazza del Popolo, per sostenere la protesta globale sul clima: “Penso che tutte le istituzioni dovrebbero essere vicini alla manifestazione. In ballo c’è una giusta causa: pressare gli adulti sulla sfida ecologica. A mio avviso sarà il risveglio di una nuova generazione. Il Comune ci sarà con il gonfalone”.

Il “sindaco in famiglia” lo dice a casa De Blasio, nella cena con i membri dell’associazione ‘Teuta Senones Pisaurenses’, gruppo di rievocazione storica dei Galli Senoni (IV-III secolo avanti Cristo). Tra ricette e bevande dell’epoca, dagli associati una serie di proposte per valorizzare l’angolo tra via delle Galligarie e via Mazza, sede delle fondazioni picene in città.

Ma anche idee su corredi dell’Oliveriana, riqualificazione del sentiero di Santa Croce, sistemazione del Centro di documentazione archeologica a Novilara. Evidenzia il sindaco: “Vogliamo capire come legare i momenti e i reperti storici della città all’interno di un percorso. L’Oliveriana è il fulcro: il fatto che si siano sbloccati i lavori è importante”.

Quindi il tema delle colline: “Stiamo cercando di destagionalizzare sul turismo. Novilara, per la sua unicità, può diventare meta di visitatori. A patto che si costruisca una narrazione che la leghi a Pesaro”. Anche per questo Ricci invita i membri dell’associazione al tavolo tematico “Pesaro storica”, previsto, insieme a decine di altri, al Future Day del 23 marzo.

Mentre su Tre Ponti il sindaco pensa alla sperimentazione di strettoie e zone 30: “Meccanismi che vogliamo adottare anche in altre parti della città, per moderare la velocità. Sul quartiere in programma “la sistemazione del sottopasso, oltre a una serie di asfalti tra Comune e Provincia. Ancora: “Nei prossimi giorni presenteremo le nuove aree boschive che nasceranno in città, tra cui quelle che realizzerà Autostrade”.

Mentre sull’ex Amga si ribadisce la linea: “Sarà polmone verde. Andiamo avanti col progetto e gli uffici urbanistici toglieranno la previsione urbanistica. Voglio capire chi costruirà lì dopo il parere rilasciato dall’Iss. Noi abbiamo speso tre milioni per la bonifica, i privati 700mila euro. Se vogliono trattare siamo disponibili a ragionare, magari traslando l’area altrove, dove c’è già una previsione di costruito. Altrimenti chiederemo la differenza di quanto abbiamo speso dal momento che, per la sentenza, la colpa è per il 70-80 per cento dei privati.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!