PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Attesa per la pubblicazione del reportage “Erasmus + WBL”

Al progetto rivolto alla connessione tra scuola e aziende hanno aderito la Provincia di Pesaro/Urbino e l'Itis "Mattei" di Urbino

1.433 Letture
commenti
Studenti al lavoro

Verrà pubblicato venerdì 28 agosto, alle ore 10, sul canale You Tube della Provincia di Pesaro e Urbino (https://www.youtube.com/user/ProvinciaPU) il reportage video Erasmus+WBL: una pratica di successo per connettere scuole e aziende, a conclusione del progetto europeo “Dalla nascita all’età adulta” volto alla creazione di una piattaforma digitale comune tra Italia, Spagna e Portogallo, dove verranno inseriti i curriculum “esperienziali” degli studenti nei settori della meccanica, meccatronica e metallurgia ed i profili professionali richiesti dalle aziende, così da facilitare l’incontro tra scuola e mondo del lavoro.

L’evento on line, a cui sarà possibile iscriversi sulla pagina facebook WBL, ripercorrerà, attraverso interviste, testimonianze e dimostrazioni pratiche, le tappe ed i risultati del progetto triennale che ha visto come promotore e leader l’istituto professionale portoghese “Escola professional de Aveiro” e partner la Provincia di Pesaro e Urbino, l’Itis “E.Mattei” di Urbino, la  “Benelli Armi Spa” di Urbino, altri due istituti portoghesi e spagnoli, il Comune portoghese di Sever Do Vouga, il dipartimento dell’istruzione del Governo Basco e varie aziende spagnole e portoghesi.

“Abbiamo aderito senza esitazioni a questo progetto – evidenzia il direttore generale della Provincia Marco Domenicucci – sia perché dà vigore allo spirito europeo puntando sull’occupazione, sia perché propone un modello innovativo che mette insieme istituzioni, scuole e imprese permettendo ai giovani di trovare lavoro con più facilità: i curriculum degli studenti puntano infatti soprattutto sulle competenze tecniche e sulle esperienze acquisite, anche nel corso di tirocini. Importantissima la creazione della piattaforma web, obiettivo finale del progetto, che focalizzerà l’attenzione sulle esperienze vissute dagli allievi, mediante certificazione delle competenze acquisite. Scuole e aziende registreranno infatti sulla piattaforma la valutazione del lavoro svolto dai singoli studenti in aula e nei tirocini, le abilità acquisite, le attitudini ed i risultati scolastici. Un prezioso strumento per ‘validare’ il percorso svolto, che potrà essere utilizzato anche da altri paesi”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!