PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Fano, il commissario provinciale dell’Unione di Centro traccia il bilancio della Giunta Seri

Il messaggio di Davide Delvecchio al primo cittadino: "Esca dal palazzo, ascolti i cittadini, verifichi come sta vivendo male la città"

fano-massimoseri

Quando si fa il Bilancio politico di una pubblica amministrazione si dovrebbe essere più onesti e meno faziosi.

La giunta Seri è da sette anni al governo della città, l’unico progetto che si può annoverare tra quelli realizzati e fruibili dai cittadini è il rifacimento del Pincio, per il resto solo promesse, errori e progetti di fantasia rimasti nel cassetto del Sindaco.

Se guardiamo la città troviamo strade in molte parti impraticabili, una manutenzione generale di verde e delle strutture inesistente; ma rientra nel minimo sindacale fare ordinaria manutenzione, sistemare le strade, il verde pubblico, sostenere i più deboli, gestire il sistema scolastico etc., ma neanche su questi ordinari interventi la giunta Seri è riuscita nel suo compito.

Gli interventi per le fasce più deboli è una corsa ad ostali nella burocrazia basti pensare alla erogazione dei semplici buoni pasto o delle domande per le case popolari e ricordo che ci sono 36 case ancora da assegnare.

Il piano regolare generale del 2009 lasciato nel cassetto dopo studi e proposte mai attuate, nel momento in cui dall’Europa arriveranno con i recovery fund decine di miliardi di euro tra i vari bonus casa che potrebbero fare ripartire l’intera filiera economica.

Lavori pubblici e strategici promessi dallo scorso mandato della giunta Seri rimasti fermi, tra i quali la scuola di Cuccurano Carrara che doveva essere pronta per questo anno scolastico, dopo le promesse di apertura, ma forse lo sarà per il prossimo anno dopo avere sborsato altri 200.000,000 per terminarla, e tanti altri lavori pubblici che di anno in anno si rimandano.

Certo siamo in crisi sanitaria ma al momento da questa giunta abbiamo visto ben pochi interventi per il settore economico, al contrario ci si è accaniti sul recupero forzoso dell’IMU alle imprese dato in mano ad una apposita società esterna.

E per terminare la sconfitta tenuta in silenzio dalla giunta Seri “il digestore anaerobico” progettato nel 2004 senza alcuna autorizzazione con MMS, con un referendum non appoggiato dal Sindaco che sapeva avrebbe perso miseramente, digestore del quale si è sventata la costruzione a Fano, fortunatamente, unica involontaria azione buona della giunta Seri.

Ma la vera bocciatura dell’incapacità per questa giunta è derivata dal continuo trend negativo di abitanti che vengono ad abitare a Fano che diminuiscono sensibilmente.

Un trend negativo che si accompagna al trend negativo di chiusura di attività commerciali e industriali come mai si era visto prima a Fano.

Se vuole Costruire ponti Sindaco Seri, esca dal palazzo, ascolti i cittadini, verifichi come sta vivendo male la città ed i quartieri e finisca almeno un altro progetto prima del termine del suo mandato.

 

da: Davide Delvecchio – Commissario provinciale UdC

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!