PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Le spiagge libere di Pesaro potranno contare sul servizio di salvataggio

L'assessore Pozzi: "Per garantire un’estate più sicura ai pesaresi e ai tanti turisti che visiteranno la città"

Riccardo Pozzi in spiaggia a Pesaro

Svettano anche quest’estate le torrette dei bagnini nelle spiagge libere di Pesaro. L’Amministrazione ha infatti assegnato il servizio di salvamento e assistenza bagnanti nelle spiagge libere comprese nel territorio comunale «per garantire un’estate più sicura ai pesaresi e ai tanti turisti che visiteranno la città» sottolinea Riccardo Pozzi, assessore al Fare con delega al Demanio.

Il costo del servizio – 85mila euro -, «coprirà in maniera adeguata il servizio di salvataggio mare con una serie di postazioni distribuite nelle spiagge libere che saranno presidiate dai guardaspiaggia dalle ore 10 alle 18 ogni fine settimana dal venerdì alla domenica a giugno e a luglio, e tutti i giorni ad agosto (fino al 31). È un’operazione non scontata, che l’Amministrazione, già da tempo, ha deciso di mettere in campo per valorizzare l’intero litorale, renderlo più fruibile e, soprattutto, più sicuro».

Nel dettaglio, i tratti di litorale senza concessioni tra Baia Flaminia e Fosso Sejore (6 postazioni) saranno monitorati dai professionisti della ditta Bagninning srls di Pesaro; il tratto di Fiorenzuola di Focara da quelli della Nemo srls di Gabicce Mare (1 postazione) a cui il Comune ha affidato il servizio dopo la consultazione di più operatori economici.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!