PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Ha inizio a Fano il progetto di “Alfabetizzazione digitale” degli over 65

Coinvolti circa 40 anziani e 36 studenti del Liceo Scientifico "Torelli"

Progetto di alfabetizzazione digitale a Fano

Che cos’è e come si scarica un’App? Che cos’è lo SPID e come si accede ai servizi on line della pubblica amministrazione? Come si assiste ad un incontro via zoom? Per aiutare gli over 65 ad acquisire le competenze digitali oggi sempre più necessarie per il disbrigo delle pratiche quotidiane arriva il progetto “Alfabetizzazione digitale”, promosso dall’Ambito Territoriale Sociale n. 6 – Servizio Sociale di Fano – in collaborazione con la Pro loco Fanum Fortunae e i circoli ricreativi per anziani e il Liceo Scientifico Torelli di Fano-Pergola.

Tale progettualità rientra nel più generale progetto di promozione della longevità attiva “Old But Gold” che il Comune di Fano ha avviato da più di tre anni al fine di valorizzare il ruolo delle persone anziane nella comunità, incentivandone le capacità e promuovendone la partecipazione alla vita sociale con l’obiettivo, quindi, di migliorarne il benessere fisico e mentale.

Il programma di Alfabetizzazione digitale avrà una durata complessiva di 34 ore (il calendario degli incontri è in via di definizione) e vedrà la partecipazione di 36 studenti delle classi terze della sede di Fano dell’istituto Torelli e di circa una quarantina di anziani appartenenti ai vari circoli ricreativi della città: dopo un primo momento formativo impartito agli studenti dalla docente di Informatica e Animatore digitale Silvia Guida, finalizzato a impostare l’attività, la formazione degli over 65 verrà realizzata nei 4 circoli ricreativi dislocati in una posizione maggiormente raggiungibile (Circolo Sassonia in viale Adriatico, Circolo Fontanelle nel quartiere Fano 2, Circolo Madonna Ponte nella zona Baia Metauro e Circolo ricreativo Cicogna a Bellocchi) e gli incontri, della durata di 2 ore ciascuno, saranno incentrati nel fare acquisire agli anziani maggiore dimestichezza con l’uso dei dispositivi digitali e con i moderni programmi informatici, anche al fine di tutelarli contro le minacce informatiche più diffuse. Il progetto è stato elaborato e coprogettato dall’ATS n. 6-Servizio Sociale di Fano, dalla professoressa Guida e dalla professoressa Amalia De Leo, collaboratore del Dirigente Scolastico e referente dei Percorsi per le competenze trasversali e l’Orientamento dell’Istituto, che negli anni scolastici precedenti aveva curato la realizzazione di un progetto simile effettuandolo in collaborazione con un ente esterno e in modalità on line, a causa dell’emergenza sanitaria.

A sostegno degli studenti l’Istituto mette peraltro a disposizione un docente tutor per ogni classe partecipante.

Il progetto ha, quindi, una duplice finalità: da un lato si propone di offrire agli studenti la possibilità di acquisire esperienza professionale e competenze utili per l’inserimento nel mondo del lavoro, potenziando le competenze trasversali, relazionali e le abilità comunicative; dall’altro si intende offrire ai cittadini non nativi digitali Over 65, che hanno poca familiarità con il digitale ma un’elevata curiosità verso l’informatica, la possibilità di avvicinarsi a questo mondo attraverso percorsi formativi tenuti dagli studenti, imparando così a utilizzare le nuove tecnologie digitali, oggi sempre più richieste per usufruire dei vari servizi sia pubblici che privati.

“Inclusione digitale dunque come inclusione sociale, uguaglianza e parità nell’accesso alle opportunità – dichiara l’Assessore al Welfare di Comunità del Comune di Fano Dimitri Tinti – oltre che come mezzo per contrastare l’emarginazione e l’isolamento. Negli ultimi due anni, complice il distanziamento, molti anziani si sono necessariamente avvicinati agli strumenti informatici ma nonostante ciò il ‘digital divide’ tra le generazioni è ancora grande. Grazie a questo progetto e alla disponibilità del dirigente scolastico e degli insegnanti e poi all’entusiasmo e alla dedizione degli studenti – continua l’Assessore – gli anziani potranno acquisire le conoscenze digitali di base che li renderanno il più possibile autonomi nell’uso dei dispositivi digitali, in un’ottica di sempre maggior apertura e di scambio intergenerazionale che il progetto Old But gold intende rafforzare e favorire”.

Il Dirigente del Liceo Torelli, Raffaele Balzano: “Sono davvero lieto di poter assistere all’avvio di questo progetto, fortemente voluto dai miei docenti e preparato da loro, in collaborazione col Comune e la Proloco, sin dalla scorsa estate. Sono certo che l’attività sarà molto formativa e istruttiva per i nostri ragazzi e mi rallegro del fatto che con il loro impegno e partecipazione potranno offrire un tangibile contributo alla comunità locale, incarnando in modo concreto quel senso civico che ogni giorno ci sforziamo di far maturare in ognuno di loro. Ringrazio il Comune, nella persona dell’assessore Tinti, la dr.ssa Galdenzi Dirigente Coordinatrice dell’ATS 6, la Proloco e i circoli anziani per averci offerto l’opportunità di collaborare con loro.”

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!