PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Aggressione con l’acido a Pesaro, si cerca il secondo complice

2.173 Letture
commenti

Lucia AnnibaliUn’auto, l’arresto di uno dei due aggressori e il mandato di cattura internazionale sul secondo uomo sono i tre elementi che secondo gli investigatori potrebbero aggravare la posizione di Luca Varani, il 35 avvocato accusato di essere il mandante dell’aggressione alla collega ed ex fidanzata Lucia Annibali a Pesaro, lo scorso 16 aprile in via Rossi con dell’acido sul volto.


Una posizione delicata per Varani, agli arresti nel carcere di Villa Fastiggi, a Pesaro: lui che tre settimane prima del grave episodio, avvenuto nell’abitazione della 35enne originaria di Urbino, ha tentato il 27 marzo di disfarsi di un’auto, la sua Smart, senza apparenti motivazioni, in cui, secondo gli investigatori, è caduto dell’acido come quello usato per sfigurare la Annibali.

Ma i militari del RIS dovranno esaminare anche un paio di scarpe da ginnastica rinvenute nei pressi di Novilara dove è stato catturato il primo albanese, Precetaj Altistin, pregiudicato 28enne, individuato dai Carabinieri mentre era in attesa di scappare all’estero grazie alle immagini di alcune videocamere di sorveglianza. Quelle scarpe modello Nike potrebbero essere le stesse che hanno calpestato la scena del crimine in via Rossi, dove la 35enne Annibali è stata attaccata con del vetriolo in faccia.

E nel frattempo è stato emesso un mandato di cattura internazionale per l’altro complice, Rubin Talaban, 31 anni, albanese, ritenuto essere – secondo gli inquirenti – l’esecutore materiale dell’aggressione. A lui si sarebbe arrivati, anche se per il momento è ricercato in Italia e all’estero, grazie alle immagini delle videocamere di sorveglianza che lo hanno ripreso insieme ad Altistin e alle informazioni che lo stesso pregiudicato Altistin avrebbe rilasciato.

Si appesantisce così la situazione dell’avvocato Luca Varani, accusato di essere il mandante dell’aggressione per motivi sentimentali dopo la fine della relazione con la Annibali. Una fine della relazione che secondo la tesi degli inquirenti sarebbe diventata un’ossessione per Varani, anche se lui ha affermato davanti al gip Lorena Mussoni di esser dispiaciuto per l’aggressione alla sua ex, avvenuta mentre lui giocava a calcio, ma di non aver mai pensato o progettato alcun intervento dannoso nei confronti della collega Lucia Annibali.

LEGGI anche:
Pesaro, 35enne sfigurata con l’acido
Sfigurata con l’acido a Pesaro, indagato l’ex fidanzato, avvocato anche lui

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!