PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Deceduto a Roma l’ex-Presidente del consiglio Arnaldo Forlani, aveva 97 anni

Politico di spicco della Prima Repubblica, era nato a Pesaro l'8 dicembre del 1925

1.596 Letture
commenti
Arnaldo Forlani

Si è spento nella serata di giovedì 6 luglio nella sua casa di Roma, all’età di 97 anni, Arnaldo Forlani, esponente di spicco della politica italiana della Prima Repubblica.

Forlani era nato l’8 dicembre del 1925 a Pesaro, dove aveva mosso i primi passi tra le fila della Democrazia Cristiana prima di trasferirsi a Roma. Deputato della Repubblica dal 1958 al 1994, nella sua lunga carriera ha rivestito diversi incarichi governativi di prestigio, diventando tre volte ministro e una volta Presidente del Consiglio tra il 1980 e il 1981; è stato inoltre segretario della Dc dal ’69 al ’73 e dall’89 al ’92.

Il presidente della Provincia di Pesaro Urbino, Giuseppe Paolini, lo ricorda così: “Perdiamo un protagonista della politica italiana, che è rimasto sempre profondamente legato al nostro territorio. Qualche mese fa ho avuto l’occasione di conversare con Pier Ferdinando Casini insieme al sindaco Matteo Ricci. Ci ha raccontato alcuni aneddoti ed episodi della vita di Forlani che mi hanno personalmente colpito, facendomi vedere alcune cose da un’altra prospettiva rispetto a quella che immaginavo. In quella circostanza ho compreso la grandezza del personaggio: del resto il suo spessore è stato riconosciuto da tanti in queste ore, a partire dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Accanto alle sue indiscusse capacità politiche va evidenziato il tratto umano, con la riservatezza che lo ha accompagnato in particolare nell’ultima fase della vita. Anche oggi – sottolinea il presidente – molte sue intuizioni e riflessioni sul Paese restano valide e attuali, come il rafforzamento del ruolo italiano all’interno dell’Europa e dell’Alleanza Atlantica. Siamo vicini alla famiglia in questo momento di dolore”.

Queste invece le parole spese da Matteo Ricci, sindaco di Pesaro: “Se ne va uno dei principali protagonisti della Prima Repubblica. Un leader politico che ha segnato la storia della Democrazia Cristiana, un pesarese che nonostante i suoi impegni nazionali ha sempre amato profondamente la città di provenienza. È stato il politico pesarese che ha avuto maggiori ruoli nazionali nella storia di Pesaro. Condoglianze a tutta la famiglia, non mancheremo di ricordarlo anche a livello cittadino, nelle prossime settimane anche in Consiglio Comunale”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!