PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Giochi del Titano: la sala fisica “estera” ad un passo da Pesaro e Urbino

Le differenze legate al gioco tra l'Italia e San Marino

3.199 Letture
commenti
Repubblica di San Marino, dogana

In Italia i grandi casinò sono quattro e sono il Casinò di Campione d’Italia, il Casinò di Saint-Vincent, il Casinò di Sanremo e il Casinò di Venezia. Tuttavia, anche la piccola Repubblica di San Marino dispone di una vera e propria sala da gioco che, inaugurata ufficialmente nel 2007, prende il nome di “Giochi del Titano”.

Per questo motivo i giocatori delle Marche, a pochi km da San Marino, hanno a disposizione due opzioni per giocare. La prima è quella di scegliere uno dei nuovi portali di iGaming, ciascuno dei quali mette a disposizione un’ampia gamma di giochi e propone i propri bonus casino senza deposito immediato, incentivi che consentono di provare i giochi senza un iniziale impegno economico. L’altra, inaspettatamente, è lo sconfinare in uno stato estero inglobato nel nostro Paese: San Marino appunto. Qui sarà possibile trovare a meno di 50 km da Pesaro e 70 km da Urbino la sala “Giochi del Titano”, che è a tutti gli effetti un casinò fisico ma non riconosciuto dallo Stato italiano.

La sala “Giochi del Titano”

Come già anticipato, Giochi del Titano nasce nel 2007 e ha come scopo quello di creare una casa da gioco affascinante e all’avanguardia sotto tutti i punti di vista, in modo da realizzare un polo turistico per i giocatori provenienti da ogni parte d’Italia e non solo. Questi ultimi, infatti, vengono accolti e trattati dal personale con grande attenzione, motivo per il quale questo casinò è perfetto per chi intende giocare in un ambiente di grande classe. Quando parliamo dei Giochi del Titano, la cui possibile chiusura è stata smentita qualche settimana fa dal Governo, parliamo senza ombra di dubbio di una delle sale più popolate e frequentate dell’intera Penisola, questo soprattutto dagli appassionati di Poker che partecipano ad eventi organizzati con in palio dei ricchi montepremi.

Al primo piano del casinò troviamo la Keno Hall, ossia un’area totalmente riservata al gioco cinese molto simile al nostro Bingo. La sala è dotata non solo di un’area fumatori, ma anche di dispositivi touch-screen. Questo ci fa capire la volontà da parte della Repubblica di San Marino di disporre di una casa da gioco tecnologicamente avanzata e sempre al passo con i tempi. Nella sala Poker del casinò si tengono spesso delle importanti manifestazioni internazionali, tra le quali rientrano l’Italian Poker Tour San Marino ed il People’s Poker Tour. Al momento dell’arrivo nella sala Giochi del Titano, i clienti hanno l’opportunità di usufruire di un free-spin di benvenuto, che dà la possibilità di vincere una somma da poter poi reinvestire durante il soggiorno all’interno dell’area slot. Tutte le zone dedicate al gioco del casinò di San Marino sono aperte al pubblico fino a tarda notte sette giorni su sette, inoltre c’è la possibilità di ordinare sandwich e piatti della piccola ristorazione all’interno del bar.

Le differenze legate al gioco tra l’Italia e San Marino

A livello legislativo per quanto concerne il settore del gioco si registrano già delle notevoli differenze tra l’Italia e la Repubblica di San Marino, tanto che la prima, così come tanti altri paesi del continente europeo, fa ancora fatica ad inquadrare ad esempio i videogiochi competitivi dal punto di vista prettamente normativo. Questo non riguarda invece il piccolo Stato di San Marino, che in tutta Europa è stato il primo ad essersi dotato di una legge ad hoc sul settore degli eSports. In questo senso non è stata bruciata sul tempo solamente l’Italia, ma anche altre nazioni decisamente all’avanguardia come la Germania, la Francia e quelle scandinave. Il primo passo importante in questa direzione è stato effettuato il 13 febbraio 2023, quando la Commissione Consiliare Permanente IV ha concretizzato la Proposta di Legge “Codice degli eSports” portata avanti dal Segretario di Stato per il Lavoro con delega allo Sport Teodoro Lonfernini. Questa legge prevede non solo le competizioni di settore e la tutela dei giocatori minorenni, ma anche la creazione di una vera e propria Giustizia Esportiva, dotata di un tribunale e di una commissione incaricata di garantire il rispetto delle regole. Riguardo il gioco d’azzardo, invece, le restrizioni espresse dal Decreto Dignità non entrano in vigore nella Repubblica di San Marino, dove vige sì una regolamentazione piuttosto importante del gioco, ma in termini meno stringenti rispetto al Belpaese.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!