PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Femminicidio a Fano, donna di 66 anni strangolata in casa dal marito

Inutile ogni tentativo di soccorso per Rita Talamelli; il coniuge, Angelo Sfuggiti, è accusato di omicidio volontario

1.293 Letture
commenti
Arresto, manette

Dramma a Fano nella giornata di lunedì 20 novembre: una donna di 66 anni, Rita Talamelli, è stata strangolata a morte dal marito, il 70enne Angelo Sfuggiti.

Il femminicidio è stato commesso nell’abitazione della coppia, in via Montefeltro. Dopo aver ucciso la coniuge, Sfuggiti, ex-pizzaiolo molto conosciuto in città, ha tentato di togliersi la vita assumendo dei barbiturici: sembra che la donna fosse affetta da problemi di natura psichiatrica, sorti in seguito a un aneurisma da lei accusato alcuni anni fa.

A compiere la tragica scoperta è stato uno dei figli della coppia, nel corso della serata, sebbene dai primi accertamenti l’omicidio risalerebbe a qualche ora prima. Sfuggiti si trova ora in stato d’arresto con l’accusa di omicidio volontario.

“Quanto accaduto a Rita Talamelli ci lascia sgomenti e senza parole. Questo lutto ci tocca e ferisce la nostra comunità. E Una comunità è forte se sa rispettare il dolore della famiglia, per cui esprimo la vicinanza ai cari. Questa tragedia ci porta ad una riflessione, a non lasciare da solo chi si trova a vivere questi drammi, anche quando si rimane nel silenzio delle proprie mura domestiche”. Questo il pensiero del sindaco di Fano Massimo Seri.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!