PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pesaro: parte “Wake up Pesaro”, spazio e risorse alle buone idee

Dal 2 dicembre una serie d'incontri sulla valorizzazione della giovane imprenditoria

2.176 Letture
commenti
Antonello Delle Noci

Le buone idee devono trovare spazio e risorse per emergere, “Riparti Pesaro” è anche questo: fornire un aiuto istituzionale a tutti coloro che abbiano idee ma non riescano a concretizzarle. Prosegue l’impegno di Pesaro per costruire un nuovo modello di “Governance Innovativa” favorevole al “fare impresa”, oggi anche in collaborazione con il Comune di Fano; un percorso comune per dare visibilità alle nuove imprenditorialità, oggi rappresentate dalle start up: veri e propri esempi di un mondo di giovani creativi con idee brillanti, però spesso privi di un riferimento istituzionale o finanziario che possa dare corpo alle innovazioni. Per questo martedì 2 dicembre a Palazzo Gradari, alle ore 14.30, il Comune di Pesaro organizza “Wake up Pesaro”, iniziativa dedicata ai giovani e a esempi imprenditoriali creativi e innovativi. 

Vogliamo dare la possibilità ai giovani di esporre le proprie idee di fronte a una platea di possibili investitori – osserva l’assessore alla GestioneAntonello Delle Nocicontestualmente gli investitori spiegheranno ai giovani sia le tipologie di aiuti finanziari a disposizione sia le modalità per accedervi. In un mondo altamente competitivo, caratterizzato da una crisi strutturale, è importante il valore innovativo, il contributo creativo dei giovani al tessuto imprenditoriale: mi piace citare un guru americano dell’innovazione che a 19 anni ha scritto: Do not be bored. Make something! (Non essere annoiato. Costruisci qualcosa!)”.

La prima parte dell’iniziativa sarà dedicata alla presentazione delle start up: Enrico Battistelli parlerà di incubatori d’impresa e di come le start up vengono supportate e sviluppate; Guido Cesaroni racconterà come modalità finanziarie di matrice Usa possano essere utilizzate anche per progetti di sostenibilità ambientale; Marco Filippetti presenterà “The tripmill”, un social innovativo dedicato al turismo; Samira Leiglib invece presenterà una start up che sviluppa un sistema di franchising dedicato all’insegnamento dell’inglese in età prescolare.

La seconda parte dell’iniziativa sarà interamente gestita da finanziatori: istituti bancari, business angel, crowdfunder indicheranno le possibilità finanziarie per i giovani imprenditori e le modalità per accedere a svariate tipologie di finanziamenti. È un contesto che non può prescindere dalle opportunità offerte dai fondi europei: i documenti di programmazione UE favoriscono l’emersione delle start up prevedendo ampie possibilità di finanziamento per progetti che rappresentino un effettivo valore di innovazione.

I costi dell’iniziativa infatti sono interamente coperti da Smartinno, un progetto finanziato dalla UE finalizzato al supporto dell’impresa innovativa. Per il Comune di Pesaro è un ulteriore passo di un percorso mirato a motivare e  sostenere l’imprenditoria giovanile e l’innovazione.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!