PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pesaro Basket: una Consultinvest moscia capitola contro Milano

L'Olimpia abbatte Pesaro 84-61 sotto i colpi di Elegar

3.315 Letture
commenti
consultinvestpesaro-ea7milano

Dopo un bel ruolino di marcia al cambio di guardia tra coach Dell’Agnello e Paolini la Consultinvest cede le armi all’Adriatic Arena contro i primi della classe. L’EA7 Emporio Armani Milano vince con largo vantaggio per 84-61 su una Vuelle poco convinta dei propri mezzi evidenziando un divario ben poco colmabile.

Certo, se la Consultinvest avesse infilato la quarta vittoria consecutiva in 5 gare, la quinta vittoria in totale in 7, staremmo parlando di un’altra squadra, non di quella costretta, almeno per ora, a frequentare i bassifondi della classifica. Non è lontanamente pensabile di giocarsi la salvezza con realtà come l’Olimpia Milano, la Dinamo Sassari, la Reyer Venezia, però se l’atteggiamento è quello mostrato col Banco di Sardegna alla 6a di ritorno, qualche chance all’orizzonte si può scorgere, se invece è quello di aver già perso in partenza mostrato con l’EA7, allora finiamola pure qua.

L’impegno infrasettimanale di Eurolega con il Fenerbahce non sembra aver sfiancato Milano che parte forte mettendo subito Pesaro alla debita distanza di sicurezza. In genere l’Olimpia non brilla per pimpanti approcci alla partita ma la Sordina della Consultinvest è proverbiale, il problema è che poi quel gap in doppia cifra Pesaro non lo recupera più e a fine partita si trasforma in un avvilente -23. D’altronde cosa puoi fare contro un team tatticamente e tecnicamente più attrezzato (24 punti di differenza in classifica non sono frottole) che attacca bene e difende meglio e ti sovrasta nelle percentuali di qualsiasi fondamentale? La risposta è semplice a parole ma non sul campo. Bisogna metterci grinta e tanto sudore per far scivolare quelle percentuali su valori più bassi, ma Milano non ne vuol sapere e continua a martellare con un Elegar devastante (20 punti a referto su 17′ giocati) e con le triple velenosissime di Ragland e Melli.

Samuels e Moss sotto canestro sono muri insormontabili e se a questi si aggiunge anche una serata da 10 rimbalzi per Elegar (nei medesimi 17 minuti) allora un po’ di sconforto appare anche legittimo, ma incaponirsi in penetrazioni impossibili (Wright), passaggi fantascientifici (Myles) e tiri fuori luogo non aiuta a trovare le chiavi giuste per risolvere l’enigma della partita, le numerose palle perse poi non ne parliamo. Ma a preoccupare, al netto di un’assenza importante come quella di Raspino (colpito da broncopolmonite), più che l’abissale imprecisione a canestro, è proprio il presupposto di certe percentuali rasoterra, ovvero la scarsissima convinzione da parte di tutti. Il prossimo giro di giostra porta a Venezia, città bella e cestisticamente terribile, ci piacerebbe assistere a un atteggiamento psicologico differente, previa auspicabile strigliata da parte di Paolini.

Il Tabellino

Consultinvest Basket Pesaro – EA7 Emporio Armani Milano 61-84 (8-21, 29-42, 46-60)

Pesaro: Ross 13, Myles 3, Basile 2, Caverni 1, Musso 9, Wright 12, Judge 8, Crow 2, Tortù, Lorant 11
Rimb 34 (Judge 12) Assist 9 (Wright 4)

Milano: Ragland 15, Brooks 14, Gentile 7, Cerella, Melli 8, Kleiza 6, Calò, Elegar 20, James, Hackett 7, Samuels 7, Moss
Rimb 48 (Samuels 12) Assist 16 (Ragland5)

Arbitri: Saverio Lanzarini, Alessandro Vicino, Massimiliano Filippini.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!