PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Cadavere sui binari tra Pesaro e Fano, sospesa la circolazione ferroviaria

La normale circolazione dei treni è ripresa dopo circa due ore di blocco. Si tratterebbe di un suicidio

6.064 Letture
commenti
treni, ferrovie, stazione ferroviaria, Fs, RFI, Trenitalia

Un cadavere è stato ritrovato nella mattinata di giovedì 18 ottobre sulla linea ferroviaria Adriatica che collega Ancona e Rimini. Il corpo è stato rinvenuto dal personale del treno regionale di Trenitalia 12015 nella tratta tra Pesaro e Fano.

Era collocato nell’interbinario, ovvero nello spazio presente tra i due binari. Il convoglio che ha compiuto l’avvistamento, con 15o persone a bordo, è rimasto fermo per oltre mezz’ora, e dopo la sua partenza la circolazione ferroviaria è stata sospesa per circa due ore, in modo tale da permettere accertamenti.

I treni, che durante il blocco sono sono stati sostituiti da un servizio di trasporto in autobus attivato da Trenitalia, sono ripartiti con circa 60 minuti di ritardo, mentre alcuni treni regionali sono stati limitati. Il corpo, in via di identificazione, apparterrebbe a un ragazzo pesarese, di età poco superiore ai 20 anni.

Per quanto riguarda la dinamica dell’incidente, la polizia ferroviaria ipotizza che il giovane sia stato travolto da un treno in transito durante la notte. L’ipotesi più probabile, quindi, sarebbe quella di un suicidio. Sul posto dell’incidente anche i Vigili del Fuoco.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!