PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

La città di Pesaro sotto il mirino di ladri di auto di lusso: due arresti della Polizia

BMW scassinate e destinate al mercato clandestino dei pezzi di ricambio

567 Letture
commenti
Polizia

Da settembre la città di Pesaro è stata presa di mira da una banda di rapinatori dell’Est Europa, concentrati su furti di materiali elettronici e strutturali di autovetture di lusso, marcate BMW.

A seguito di numerose denunce, aventi tutte la stessa dinamica, la Squadra Mobile del territorio ha iniziato una minuziosa e mirata attività investigativa volta al monitoraggio di alcuni soggetti. Nella notte dell’11 novembre, l’osservazione e il pedinamento delle forze dell’ordine, hanno portato all’arresto di due cittadini moldavi di 26 e 21 anni, riconducibili a cinque furti, tutti ai danni di autovetture BMW.

I due moldavi, al momento dell’arresto, sono stati trovati in possesso della refurtiva, avente un notevole valore economico, già impacchettata e pronta per essere portata all’estero. Di li a poco infatti, i malviventi avrebbero affrontato un lungo viaggio verso la Moldavia, con lo scopo di rivedere le parte di auto rubate.

Durante l’arresto, insieme alla refurtiva, le forze dell’ordine hanno sequestrato anche gli attrezzi utilizzati durante le operazioni di scasso, ovvero: un piccolo trapano avvitatore/svitatore a batteria e due piccoli utensili rompi vetro denominati “cutter di sicurezza a braccialetto”. Questi ultimi sono dotati di un meccanismo a molla che, una volta premuto contro il finestrino della macchina, fa scattare un piccolo percussore metallico che causa la frantumazione del finestrino stesso, consentendo quindi ai malviventi l’accesso a bordo del veicolo.

Le tecniche utilizzate, fanno parte di un modus operandi tipico di reti criminali strutturate, riconducibili al territorio dell’Est Europa, che alimentano il fiorente mercato clandestino dei pezzi di ricambio di autovetture di alta gamma.

Per i due moldavi, sabato 14 novembre si è svolta l’udienza di convalida, al termine della quale l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto ed applicato ad entrambi e la custodia cautelare in carcere.

 

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!