PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Spaccio di cocaina, pregiudicato di 33 anni arrestato dalla Polizia a Pesaro

L'uomo è inoltre accusato di aver fatto ritorno in Italia nonostante fosse già stato espulso dal nostro Paese

860 Letture
commenti
Auto della Polizia 113

Nel corso del pomeriggio di sabato 19 giugno, gli agenti della squadra mobile della Polizia di Pesaro hanno arrestato un 33enne di nazionalità albanese, già noto alle forze dell’ordine per essere stato espulso in precedenza dal territorio nazionale.

L’uomo, in compagnia di suo fratello, è stato notato mentre scendeva da un taxi. Da un primo controllo è stato possibile scoprire come entrambi i soggetti avessero cambiato il loro cognome, adottando quelli delle rispettive consorti: in tal modo, il 33enne è finito nei guai per essere rientrato illecitamente in Italia, approfittando del suo nuovo passaporto.

In seguito i poliziotti hanno passato al setaccio l’abitazione condivisa dai due fratelli, scoprendovi un bilancino di precisione e circa 7 grammi di cocaina già suddivisi in diversi quantitativi minori. Il 33enne è stato pertanto tratto in arresto per aver fatto ritorno nel nostro Paese senza le necessarie autorizzazioni e per la detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Nella mattinata di lunedì 21 luglio il Tribunale di Pesaro lo ha condannato a due anni di reclusione e all’espulsione dal territorio italiano, disponendo inoltre nei suoi confronti l’obbligo di dimora, quello di rientro nella sua abitazione in orari notturni e quello di firma tre volte alla settimana.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!