PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Installato sul litorale di Pesaro il Pesce mangiaplastica “Il Grido”

"È un elemento dedicato alla raccolta differenziata, accessibile anche alle persone con disabilità"

1.305 Letture
commenti
Pesce mangiaplastica installato a Pesaro

È stato posizionato fra la sabbia e la linea Sottomonte della Bicipolitana a fianco allo stabilimento I Gelsi, il Pesce MangiaPlastica intitolato “Il Grido”. Un’opera «dall’alto valore simbolico ed educativo» hanno sottolineato l’assessora alla Sostenibilità Heidi Morotti e il vicepresidente dell’Assemblea legislativa delle Marche Andrea Biancani, presenti stamattina insieme a Riccardo De Simoni di Marche Multiservizi, a Massimo Domenicucci, di Piattaforma solidale – progetto Arte Solidale e agli artisti.

È un «monito visibile, immediato a non gettare, a riciclare, a differenziare, a ripensare un nuovo modo di vivere il pianeta – aggiungono Morotti e Biancani -. È un elemento dedicato alla raccolta differenziata, accessibile anche alle persone con disabilità, che abbiamo posizionato in un luogo strategico, per favorire chi transita lungo la ciclabile o in riva al mare, a raccogliere la plastica che trova a terra e gettarla nelle “fauci” del Pesce MangiaPlastica. La bellezza di quest’opera sensibilizzerà i passanti grazie al rimando immediato all’inquinamento marino che la figura suggerisce».

Il Pesce MangiaPlastica – che, dopo l’estate, sarà spostato in un altro luogo – è stato ideato e realizzato da Gabriele Polverari e Sauro Tonucci artisti dell’associazione culturale ProArt, che hanno concretizzato l’idea lanciata da Domenicucci: «Esporre in un luogo significativo un simbolo di sostenibilità ambientale che potesse anche essere funzionale e accessibile».

«La figura, di forte impatto artistico – significativo, rappresenta la sofferenza dei nostri mari “Il Grido”, appunto – spiegano Polverari e Tonucci -. Un’espressione di dolore, una disperata richiesta di aiuto rivolta a coloro che possono cambiare le sorti del Pianeta. La plastica ha invaso e inquinato non solo i nostri mari ma anche gli altri ambienti, è presente persino nell’aria sotto forma di micro particelle, stiamo assistendo alla “plastificazione del Pianeta”, occorre agire».

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!