PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Presentato a Pesaro il “Forum Giovani”

L'assessore Murgia: "È un modo per riconoscere, garantire e promuovere i diritti e la collaborazione dei giovani"

Presentazione a Pesaro del Forum Giovani

Un filo diretto con le ragazze e i ragazzi, un organismo istituzionale aperto a tutti, uno strumento di partecipazione trasparente e propositivo. La città si dota di “Forum Giovani”, come previsto dalla delibera di Consiglio comunale del 12 settembre che ha approvato il regolamento che lo disciplinerà e che segue «il bel percorso avviato da una proposta dei rappresentanti degli studenti, di associazioni e di singoli che ci hanno chiesto di partecipare in maniera più attiva alla vita della città» spiega Marco Perugini, presidente del Consiglio comunale. Forte delle diverse iniziative già presenti nel territorio volte al coinvolgimento e alla partecipazione dei ragazzi (come lo “Spazio Under 20”) la creazione del “Forum Giovani” è stata supportata anche da Pesaro Città italiana dei Giovani 2022, che l’ha inserito nel dossier di candidatura. «Grazie poi all’ottimo lavoro della VI Commissione siamo arrivati alla delibera che ha istituito questo strumento di fiducia e trasparenza che mette in ordine i diversi canali di comunicazione tra Amministrazione comunale e i ragazzi, che avranno così uno spazio in cui ritrovarsi e lavorare insieme».

A comporre il “Forum Giovani” saranno i pesaresi di età compresa tra i 16 e i 29 anni che si accrediteranno e che saranno “guidati” da un coordinatore che rimarrà in carica per un anno e che valuterà, in autonomia, come organizzare i lavori dell’assemblea. Insieme all’ufficio comunale di raccordo con il Forum, il coordinatore redigerà, al termine di ogni anno, un resoconto delle attività svolte e degli interventi realizzati.

«Con il “Forum Giovani” – spiega Camilla Murgia, assessora alla Crescita e alla Gentilezza – andiamo ad aggiungere il tassello mancante alla partecipazione giovanile, abitudine consolidata storicamente in città. Convogliamo in un unico luogo, quel parterre molto vivace di associazioni, gruppi e singoli che cercano interlocuzione l’ente e che vogliono contribuire alla vita di Pesaro. È un modo per riconoscere, garantire e promuovere i diritti e la collaborazione dei giovani. Per noi amministratori, sarà un organo di consulta utile a costruire nuovi percorsi, in particolare rivolti alla scuola, tra i temi più importanti dell’attività del Forum».

Dopo la raccolta delle adesioni, che avverrà dal 15 novembre al 31 dicembre di ogni anno, tramite la compilazione del form che sarà pubblicato nella pagina dedicata del portale del Comune (all’interno dell’area tematica InformaGiovani) inizierà l’attività vera e propria di questo organismo apartitico.

«Abbiamo accolto volentieri l’invito del presidente Perugini – puntualizza Michele Gambini, presidente della VI Commissione – a lavorare sul Regolamento del Forum che abbiamo analizzato in modo trasversale e sui cui abbiamo lavoro con unità d’intenti: a tutti interessava promuovere la partecipazione giovanile». Il risultato è «Una scommessa in cui crediamo – aggiunge – perché la democrazia è robusta quando il corpo sociale è coinvolto e produce riflessioni e azioni. In questo senso il punto di vista dei giovani è prezioso, perché proietta la società nel futuro. E se è vero da una parte che Pesaro è una città attenta alle nuove generazioni, lo è altrettanto il fatto che l’Italia non è un Paese amico dei giovani. Il Forum sarà uno strumento potente per amplificare una voce che produrrà politica e che ci auguriamo possa collaborare a costruire una società in cui ragazze e ragazzi possano avere fiducia».

Il Forum sarà composto da un numero di componenti variabile. Sono membri di diritto gli eletti nel Consiglio comunale, nei Consigli di Quartiere e di Municipio e, in qualità di osservatori, il sindaco, l’assessore alle politiche giovanili, il presidente e i consiglieri del Consiglio comunale. Potranno accreditarsi i cittadini tra i 16 e i 29 anni: delegati da ciascuna associazione giovanile con sede nel territorio comunale o nell’Ats1; da ciascun ente del terzo settore; dalle associazioni di categoria. Potranno accreditarsi anche i: rappresentanti di istituto delle superiori e della Consulta provinciale studentesca; delle Università con corsi a Pesaro e del Conservatorio Rossini; i delegati dei gruppi informali locali. I singoli potranno dare la propria adesione (previa registrazione in sede di assemblea) e partecipare al Forum Giovani in qualità di uditori.

QUI il Regolamento del Forum Giovani.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!