PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Premiati a Pesaro i vincitori del progetto scolastico “BE-REsponsible”

Il sindaco Ricci: "Un'iniziativa che dimostra come il Comune sia in prima linea per sensibilizzare alla guida responsabile"

1.535 Letture
commenti
Premiazione a Pesaro del Progetto "BE-Responsible"

BE-REsponsible” progetto per “Informare, formare e prevenire gli incidenti stradali correlati al consumo di alcol e droga” promosso dal Comune di Pesaro (ente capofila) e da Prefettura, Questura, Unione dei Comuni “Pian del Bruscolo”, Università di Urbino e Cri – Comitato di Pesaro, premia i giovani vincitori del suo doppio contest.

«Un’iniziativa efficace e coinvolgente – sottolinea il sindaco Matteo Ricci – che dimostra come il Comune sia in prima linea per sensibilizzare alla guida responsabile, attraverso campagne e iniziative di prevenzione che coinvolgono centinaia di giovani. BE-REsponsible, è stato nelle scuole con incontri con le famiglie delle vittime di incidenti, proiezioni dei film, dibattiti, simulazioni di guida in stato di ebbrezza, promozione di cocktail analcolici e contest creativi. Oggi premiamo i ragazzi che si sono messi in gioco nella realizzazione di video e murales, per sensibilizzare sul tema. Opere che verranno realizzate in città, perché anche attraverso l’arte arrivi il messaggio che alla guida bisogna essere responsabili».

Il concorso, chiuso il 25 maggio, si è rivolto ai giovani tra i 14 e i 18 anni della provincia a cui è stato chiesto di elaborare uno storyboard di un video e la grafica di un murales, in linea con il tema del progetto.

«BE-REsponsible si è sviluppato su tre assi: informare, formare e prevenire – ha detto Riccardo Pozzi, assessore al Fare – contro l’abuso di alcol e droga. Abbiamo promosso 4 proiezioni video che hanno coinvolto 1100 ragazzi, simulazioni di stato di ebbrezza insieme a CRI, promosso drink analcolici e, ora, premiamo i vincitori di questo contest e, in generale ragazze, ragazzi e scuole della provincia che si sono messi in gioco, e che, grazie ai loro elaborati, aiuteranno l’intera comunità a sensibilizzarsi sul tema». «Saranno proprio i giovani – continua Enzo Belloni, assessore all’Operatività – a cambiare i trend dell’incidentalità grazie a questo progetto che ha permesso si attivassero diverse realtà coinvolte dal tema. E che vogliamo sin da ora invitare all’evento finale di un progetto davvero utile, che si terrà a settembre al Parco Miralfiore: una giornata di festa e musica dedicata a tutti coloro che hanno partecipato». Presente alla consegna dei premi anche Palmiro Ucchielli, presidente dell’Unione dei Comuni “Pian del Bruscolo” che ha sottolineato l’importanza del «mantenere la lucidità, soprattutto alla guida. Ringrazio studenti e studentesse per il loro impegno e per il loro contributo a un’educazione stradale davvero consapevole».

Tra i partner di BE-REsponsible, anche l’Università degli Studi di Urbino, che ha collaborato «a un’iniziativa diversa – ha evidenziato Francesco Sacchetti – perché non concentrata sulla repressione ma ideata per stimolare i ragazzi a una riflessione critica sulla propria salute e salubrità»; Alessandro Fiori, ha ricordato come l’apporto dell’Università «si sia rivolto alla sensibilizzazione di più pubblici diversi: il contest ha coinvolto gli studenti tra i 14 e i 18 anni e, ad esempio, l’ideazione di un drink analcolico i gestori dei locali».

A partecipare alla premiazione il viceprefetto Antonio Angeloni, il questore Raffaele Clemente, Benjamin Gunsch, direttore Croce Rossa Italiana – Comitato di Pesaro.

Ad aggiudicarsi il premio in palio per il miglior “storytelling”, tra i 17 candidati, è stato il “duo” composto dai fratelli Riccardo Scaloni (4^C, del liceo scientifico Marconi) e Leonardo Scaloni (4^B, liceo artistico Mengaroni) che ha proposto il progetto “Gli altri” descrivendo la trama per la produzione di un corto da 1 minuto e 30 secondi. Entrambi riceveranno un buono da 500€ spendibile per una patente di guida.

Seconde classificate Giulia Fattore e Giorgia Galli (4^E del Marconi) con “L’istinto in un istante”; terzo classificato Christian Galanti Sgarzini (3^F, Scuola del Libro Urbino, classe 3F) con “Alterato”;

Il miglior progetto di “street-art”, tra gli 11 presentati, è stato quello dello stesso Leonardo Scaloni che ha conquistato i voti della commissione con la sua proposta “Se bevo non guido”; seconda classificata, Elena Musaray (4^B, del liceo Mengaroni) con “Prima di bere pensa!” a cui andrà il buono da 500€ per la patente (i premi non sono cumulabili). Al terzo posto, Dario Antonelli (1^G del linguistico Mamiani) con “Cocktail sbagliato”.

«Tutti lavori validi, complessi, che dimostrano come gli incontri e le iniziative svolte insieme ai giovani abbiamo provocato una riflessione puntuale sul mettersi alla guida responsabilmente» ha aggiunto Francesca Muzzini, comandante della Polizia locale.

A giudicarli, è stata la Commissione – composta da Muzzini, Pozzi, Barbara Savelli (referente amministrativa del progetto); Cecilia Blasi (di CRI –Pesaro, coordinatrice; Pierluigi Cambrini (art director ed esperto di grafica); Stefania Antonioni (DISCUI – Università degli Studi di Urbino; Alessandro Urbinati (videomaker professionista) – che ha valutato gli elaborati tramite una votazione telematica anonima in base a 4 criteri: originalità del contenuto; emozioni che l’opera suscita; efficacia del messaggio; fattibilità del progetto. Criteri a cui si è aggiunto il “giudizio del pubblico” dato dal gradimento online.

È stato invece il Mengaroni ad aggiudicarsi il buono di 1.500€ spendibile in attrezzatura didattica grazie alla somma delle valutazioni degli elaborati dei singoli studenti partecipanti ai contest che ha portato il liceo artistico a raggiungere i 178 punti. A partecipare alla sfida, anche il liceo scientifico Marconi, l’istituto alberghiero Santa Marta, il liceo Mamiani (Linguistico), la Scuola del Libro di Urbino, l’IPIA Polo Celli di Cagli.

BE-REsponsible, progetto finanziato dal Dipartimento per le politiche antidroga – Presidenza del Consiglio dei Ministri, è promosso dal Comune di Pesaro capofila della rete di istituzioni e associazioni che vi collaborano: Prefettura, Questura, Unione dei Comuni “Pian del Bruscolo”, Università di Urbino e il comitato di Pesaro di Croce Rossa Italiana.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!