PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Iniziati i lavori per la riqualificazione dell’area ex-Agip a Fano

L'assessore Brunori: "Si tratta di una restituzione urbana, perché l'area vivrà una luce moderna e contemporanea"

1.002 Letture
commenti
Sopralluogo di Barbara Brunori all'area ex-Agip

Partiti i lavori per la realizzazione dell’Area ex Agip. Un progetto di riqualificazione che cambierà il volto ad una area che fino ad oggi rappresentava un limite alla vita e alla fruizione del centro città. Sopralluogo dell’assessore ai Lavori Pubblici Barbara Brunori che ha spiegato:

“La ditta incaricata ha iniziato a realizzare dei sondaggi per definire le quote su cui lavorare, tracciando così i perimetri. Questa è una attività propedeutica alla lavorazione del terreno, seguendo le prescrizioni indicate dal Soprintendenza delle Belle Arti e Paesaggio delle Marche. La fontana verrà collocata al centro della Piazza, ovvero nella posizione originaria nel progetto di De Renzi e non prevederemo più la scultura che riportava il simbolo di Fano al vertice dell’area. Inoltre, i percorsi interni riprenderanno l’angolazione dell’edificio scolastico Corridoni, come elaborato dall’architetto de Renzi e testimoniato dai disegni originari che sottolineano come il disegno del giardino fosse strettamente rapportato all’Istituto Scolastico. Le alberature poste al perimetro dell’area della piazza, saranno della stessa essenza di quelle di Via Gramsci e Via Montegrappa, andando così in continuità. Infine, la pavimentazione sarà uniforme e non più con un disegno reticolare aggiuntivo nei percorsi al centro dell’area”.

Stilando un cronoprogramma, l’intervento “potrà essere completato nel giro di 6 mesi e quindi per l’inizio dell’estate verrà ultimato. A quel punto potremo vivere uno spazio nuovo e vivo nella cuore della città in sintonia con l’ambiente circostante. Si tratta di una restituzione urbana, perché l’area vivrà una luce moderna e contemporanea. Ricordiamo che abbiamo pensato a tutti i protagonisti della città, all’utenza debole, agli studenti e alle studentesse, alle persone più fragili creando un luogo di socialità”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!