PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Omicidio di San Lorenzo in campo, a casa della vittima documenti relativi a prestiti

Il 74enne prestava denaro in serie a numerose persone, elevato il sospetto di usura

3.090 Letture
commenti
Gazzella, automobile dei Carabinieri, 112

Emergono nuove importanti informazioni relative al caso del 74enne ucciso a San Lorenzo in Campo e ritrovato senza vita nella propria abitazione. Dopo il ritrovamento di circa 5000 euro in contanti nella casa dell’uomo, infatti, altre scoperte sono state fatte sul conto della vittima.

Da indagini approfondite nell’edificio in cui il 74enne viveva sono state rinvenute numerose cambiali e foglietti contenenti informazioni relativi a somme di denaro prestate dall’uomo a numerose persone, almeno 15. In queste liste, molto dettagliate e distribuite tra la cassaforte ed altri nascondigli sparsi in casa, figuravano anche nomi di dipendenti dal gioco d’azzardo.

Le cifre prestate dalla vittima apparirebbero come piuttosto generose e pari ad alcune migliaia di euro, anche se non è chiaro quali fossero i tassi di interesse applicati. La cassaforte in possesso dell’uomo non è stata notata dai presunti rapinatori. Si trattava di un modello molto complesso, poiché la vittima aveva già subito un furto di diverse migliaia di euro nella propria abitazione.

La cassaforte è stata aperta grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco, e conteneva oltre 8000 euro da aggiungere al denaro ritrovato sparso in vari nascondigli. Il sospetto degli inquirenti è che l’uomo applicasse tassi usurai. Questo complicherebbe ulteriormente la definizione del movente dell’omicidio, poiché per ottenere facilmente il denaro del 74enne era necessaria la sua collaborazione.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!