PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

A Pesaro consegnati i primi saturimetri

Ricci e Della Dora: "Primi in Italia. Facciamo prevenzione con un’iniziativa semplice e concreta per i pesaresi più esposti ai rischi"

Ricci consegna i primi saturimetri

Primi saturimetri consegnati nelle case dei pesaresi. Questa mattina il sindaco Matteo Ricci ha distribuito gli strumenti per misurare l’ossigenazione nel sangue.

Tremila saturimetri che il Comune ha deciso di donare a over 65 o con disabilità: “Dobbiamo aumentare la prevenzionespiega Ricci –. Siamo dentro l’emergenza, occorre resistere ancora diverse settimane e con questi strumenti abbiamo voluto dare un’arma di difesa ulteriore”.

Un’operazione “unica in Italia, messa in campo dall’Amministrazione dopo il bonus bambini, il sostegno alle imprese e il doppio aiuto famiglie in difficoltà. Con parte del residuo del milione di euro ottenuto dalla città di Pesaro per essere stata una delle città più colpite dal coronavirus, l’Amministrazione, in collaborazione con Aspes, ha deciso di comprare 3mila saturimetri”.Pesaro primo Comune in Italia, “altre amministrazioni ci stanno chiedendo di fare la stessa cosa. I sindaci sono così, replicano le buone pratiche che si fanno per migliorare il paese”.

Consegnati i primi saturimetri a PesaroPresenti nella mattinata di domenica 6, alla consegna simbolica, anche l’assessore al Benessere Mila Della Dora, il presidente Apses Luca Pieri e i volontari di Quartiere.

“Insieme ad Aspes e a Farmacie Comunalidice Della Doraè stato realizzato un video esplicativo sull’utilizzo dei saturimetri. È un tutorial molto semplice che abbiamo pubblicato sui social e inviato ai presidenti di Quartieri. Abbiamo pensato a un modo semplice e pratico per istruire i volontari sul corretto utilizzo dei dispositivi e per poterli rendere di supporto ai cittadini che li riceveranno. Ringrazio i volontari di Quartiere e gli uomini e le donne della Protezione civile, ancora una volta a disposizione della città; “occhi e orecchie” in grado di raccogliere le esigenze dei pesaresi e di captare, a volte per primi, le necessità emergenti”.

La distribuzione proseguirà nei prossimi giorni grazie alla squadra dei 200 volontari dei quartieri che, insieme ai dispositivi sanitari, recapiteranno alle 1.569 famiglie che avevano ottenuto il Bonus Spesa a novembre, ulteriori voucher dello stesso importo.

E per chi non fosse riuscito a far domanda nella precedente “chiamata” dei Bonus Spesa l’Amministrazione ha destinato 35mila euro. Rivolgendosi al numero dei Servizi Sociali 0721.387401 i pesaresi si trovano in condizione di difficoltà economica potranno spiegare la propria condizione agli operatori che valuteranno le necessità e le prestazioni da erogare.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!