PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Gradara, donna di 61 anni uccisa a coltellate dal marito

L'autore del femminicidio, l'80enne Vito Cangini, si trova ora recluso presso il carcere pesarese di Villa Fastiggi

3.873 Letture
commenti
auto dei Carabinieri, gazzella, 112

Grave fatto di sangue a Gradara nella notte tra sabato 25 e domenica 26 dicembre: una donna di 61 anni è stata colpita a morte dal marito, che le avrebbe inflitto diverse coltellate.

La vittima, la 61enne Natalia Kyrychok, da oltre vent’anni si era trasferita dalla Moldavia in Italia, dove aveva conosciuto e sposato l’80enne Vito Cangini. Nella serata di Natale, al termine di un aspro litigio, l’uomo l’avrebbe colpita diverse volte con un coltello da cucina, spinto, secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, da motivi di gelosia.

Ad allertare i Carabinieri è stato il datore di lavoro della donna, un ristoratore insospettito dalla sua assenza. I militari si sono quindi presentati presso la casa condivisa dalla coppia in località Fanano, dove l’80enne li ha accolti ammettendo le proprie responsabilità e mostrando loro il cadavere della moglie. L’uomo, accusato di omicidio volontario, si trova ora recluso presso il carcere di Villa Fastiggi a Pesaro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!