PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Sant’Angelo in Vado, condanna a cinque anni di reclusione per Ambera Saliji

La giovane è stata ritenuta colpevole di concorso anomalo nell'omicidio del 17enne Ismaele Lulli

2.473 Letture
commenti
tribunale, sentenza, giudici

Il Tribunale di Urbino, nella giornata di mercoledì 15 marzo, ha condannato a cinque anni di reclusione Ambera Saliji, coinvolta nel luglio del 2015 nell’omicidio del 17enne Ismaele Lulli, ucciso a Sant’Angelo in Vado da Igli Meta e Marjo Mema.

La giovane, infatti, avrebbe avuto un ruolo chiave nell’uccisione di Lulli: avrebbe infatti inviato un sms al giovane, dandogli appuntamento nel luogo dove ad attenderlo vi erano i due assassini, già condannati in via definitiva all’ergastolo.

Nei confronti di Saliji, l’accusa aveva chiesto una condanna a sei anni e otto mesi per concorso anomalo in omicidio volontario e aggravato. Gli avvocati difensori della ragazza avrebbero già annunciato la volontà di presentare ricorso.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!