PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Spacciava cocaina nonostante la condanna ai domiciliari, pusher arrestato a Pesaro

Per l'uomo si sono dunque aperte le porte della casa circondariale di Villa Fastiggi

Auto della Polizia 113

Un individuo di nazionalità albanese, già noto alle forze dell’ordine per dei precedenti in materia di spaccio di sostanze stupefacenti, è stato nuovamente tratto in arresto dalla Polizia di Stato di Pesaro nel pomeriggio di venerdì 18 settembre.

L’uomo era infatti già finito in manette lo scorso anno dopo essere stato trovato in possesso di mezzo chilogrammo di cocaina, venendo successivamente destinato agli arresti domiciliari. Avendo ipotizzando che, nonostante l’arresto, egli portasse avanti ugualmente l’attività illecita, gli agenti della squadra mobile pesarese hanno dunque effettuato degli appostamenti nei pressi della sua abitazione.

Gli agenti hanno così notato un cliente dello spacciatore recarsi presso l’appartamento di quest’ultimo, per poi uscirne nel giro di una manciata di minuti: fermato e sottoposto a perquisizione, costui è stato sorpreso con 3 grammi di cocaina appena acquistati.

La Polizia a quel punto ha deciso di passare al setaccio l’abitazione del pusher, da dove sono saltati fuori 80 grammi di cocaina, nascosti all’interno di un barattolo, e 11.000 euro in contanti, celati nella tasca di un giubbotto e verosimilmente provenienti dall’attività di spaccio.

Per l’uomo è quindi scattato l’arresto e il successivo trasferimento presso la struttura carceraria di Villa Fastiggi, misura poi convalidata da parte dell’autorità giudiziaria competente in materia.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!