PesarourbinoNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pesaro, tragedia sfiorata: famiglia intossicata della stufa

Madre, padre e 4 figli in camera iperbarica

2.124 Letture
commenti
Ambulanza, soccorsi, 118

Un’intera famiglia di sei persone ha raschiato di morire a causa delle esalazioni di una stufa a legna. E’ successo a Villa Fastiggi nella notte a cavallo tra il 28 febbraio ed il 1° marzo.

L’intero nucleo familiare, composto da sei persone, madre, padre e 4 figli con età compresa tra 9 mesi e 17 anni, si trovano tutti attualmente in camera iperbarica. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e operatori del 118. In Italia sono centinaia i morti ogni anno per intossicazione da monossido di carbonio.

Il monossido di carbonio  è un gas incolore, inodore, insapore, non è irritante e, proprio per queste ragioni, è pericoloso. I sintomi di intossicazione sono alquanto generici: leggero mal di testa, vertigini, intontimento, affanno, indebolimento della vista, nausea e vomito.

Una volta inalato, si combina con l’emoglobina meglio dell’ossigeno presente nell’aria (anche 2/300 volte di più). Questo fa sì che venga trasportato dal sangue nel corpo, in particolare al cervello, al cuore e agli altri organi più sensibili alla carenza di ossigeno, provocando in tempi relativamente brevi la morte per asfissia.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Pesaro Urbino Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!